Sondaggio, Lega ancora in calo, FdI aggancia il Movimento 5 stelle

Lega ancora in calo, FdI agguanta il Movimento 5 Stelle

Sondaggio Ipsos per il Corriere della Sera. La Lega continua a perdere punti percentuali, il Pd resta stabile. Il Movimento 5 stelle in calo, FdI in ascesa.

L’ultimo sondaggio realizzato da Ipsos per il Corriere della Sera conferma il calo della Lega di Matteo Salvini e registra l’aggancio di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni al Movimento 5 stelle.

Giorgia Meloni
Giorgia Meloni

Sondaggio Ipsos, Lega e Movimento 5 stelle in calo, FdI in costante ascesa

Il primo dato significativo che emerge dall’ultimo sondaggio effettuato da Ipsos per il Corriere della Sera interessa la Lega, che pur mantenendosi saldamente al primo posto continua a perdere punti percentuali arrivando al 24,3%.

Si avvicina il Partito democratico, che resta stabile al 21,2% e mette nel mirino il primo partito della coalizione di Centrodestra.

In calo il Movimento 5 stelle che perde terreno dai primi due in classifica e finisce nel mirino di Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni che continua a crescere in maniera significativa e sale al 16,2%. FdI accoglie, almeno nelle intenzioni di voto, anche alcuni ex elettori leghisti delusi.

Matteo Salvini
Matteo Salvini

Effetto ‘fase 2’ sul governo

In calo l’indice di gradimento del Presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Fa registrare una perdita anche il governo, che aveva fatto registrare una impennata dopo l’adozione delle misure restrittive per il contenimento del coronavirus. Come prevedibile, dal punto di vista politico la fase 2 è decisamente più complessa dalla fase 1.

Nella prima fase infatti la scelta era sostanzialmente obbligata. Chiudere tutto ascoltando le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico che il governo ha giustamente valorizzato. La seconda fase, quella della riapertura e della ripresa, ovviamente ha alimentato i malumori, prima delle persone che hanno perso il lavoro, poi di quelle che non hanno potuto riaprire i battenti perché non incluse nella prima ondata di riaperture.

Il rischio concreto, uscendo dai ragionamenti politici, è che il malumore possa trasformarsi in rabbia sociale, con conseguenze difficili da immaginare.

ultimo aggiornamento: 31-05-2020

X