Sparatoria a Brescia nella serata di sabato 24 luglio. Grave un 53enne. In corso le indagini per ricostruire l’accaduto.

BRESCIA – Una sparatoria è avvenuta a Brescia nella serata di sabato 24 luglio 2021 nei pressi di un bar. Secondo quanto ricostruito dall’Ansa, un uomo di 53 anni è rimasto gravemente ferito dopo essere stato raggiunto da un colpo d’arma da fuoco, ma non sarebbe in pericolo di vita.

E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo e risalire all’identità del o dei killer. I punti da chiarire sono diversi e presto ci potrebbero essere importanti novità.

Agguato a Brescia, uomo ferito gravemente

Le indagini sono in corso su quanto accaduto a Brescia. Le prime informazioni raccolte dagli inquirenti sembrano escludere un regolamento di conti. Il ferito, un elettricista incensurato, è stato colpito all’altezza del costato e nelle prossime ore sarà ascoltato dagli investigatori per provare a capire meglio quanto successo.

Tutte le ipotesi sono ancora possibili e la Procura preferisce non escludere nessuna pista almeno fino a quando non si hanno delle certezze. Al vaglio degli inquirenti anche la possibilità di uno sparo diretto al bar, con il 53enne colpito per errore. Le indagini sono ancora in corso e si spera presto di risalire all’identità del killer.

Green Pass, tutte le regole dal 1 settembre

Ambulanza
Ambulanza

35enne gambizzato ad Asti

Una sparatoria è avvenuta anche ad Asti nelle prime ore di domenica 25 luglio. Un uomo di 35 anni è rimasto ferito da tre colpi d’arma da fuoco sparati da un auto in corsa. La vittima, secondo le prime informazioni, stava mangiando un panino vicino ad un chiosco quando, per motivi ancora da accertare, è stato colpito dai proiettili calibro 9. Immediato il trasferimento in ospedale dove è stato operato e non è in pericolo di vita.

E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo e risalire all’identità di chi ha sparato. Non si esclude l’ipotesi di un regolamento di conti.


Figliuolo: “Entro fine luglio il 60 per cento degli italiani sarà vaccinato”

“No-vax chiusi come sorci”, polemiche per il post di Roberto Burioni. Il Codacons chiede la radiazione dall’albo