Le parole del Ministro della Salute Roberto Speranza alla Festa dell’Ottimismo de il Foglio: “La variante Omicron è una sfida per tutti i Paesi del mondo”.

Intervenuto alla Festa dell’Ottimismo de il Foglio, il Ministro della Salute Roberto Speranza ha parlato della minaccia della variante Omicron, arrivata in Italia, facendo sapere al momento non ci sono ulteriori misure restrittive allo studio del governo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

L’andamento dell’emergenza coronavirus in Italia

In questo momento le misure sono queste, non sono all’ordine del giorno nuovi provvedimenti“, ha dichiarato Roberto Speranza, che poi ha parlato dei dati: “I numeri delle ultime ore sono incoraggianti, venerdì 294.000 terza dose il più alto in assoluto e sono ottimista per una crescita significativa nella prossima settimana“.

Roberto Speranza
Roberto Speranza

Speranza sulla diffusione della variante Omicron: “La fase epidemica non è semplice”

Il ministro della Salute ha parlato anche dell’andamento dell’emergenza sanitaria, evidenziando che la fase che sta vivendo l’Italia è complicata, soprattutto per la diffusione della nuova variante del Covid.

La fase epidemica non è semplice. Questa nuova variante è un’ulteriore sfida per tutti i paesi del mondo, c’è una massimo livello di attenzione e serve cautela e tutte le scelte, comprese quelle sui voli vanno in questa direzione. Serve tempo per studiare a approfondire l’impatto, la comunità scientifica è già al lavoro. Ancora c’è un numero di sequenziamenti molto limitato e ci sono segnalazioni di elementi di rischio nelle 32 mutazioni“.

La variante Omicron è arrivata anche in Italia. È risultato positivo un uomo residente in Campania. Le autorità sanitarie hanno avviato l’attività di tracciamento per individuare eventuali casi collegati.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

coronavirus

ultimo aggiornamento: 28-11-2021


La Messa della Notte di Natale di Papa Francesco alle 19.30. Il calendario delle celebrazioni

Lamorgese, “Se vogliamo vivere un periodo natalizio in serenità dobbiamo fare la nostra parte”