Stati popolari a Roma, Soumahoro a Conte: "Esci dal palazzo"
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

Soumahoro al premier Conte: “Vieni in piazza ad ascoltare i problemi della società reale”

Soumahoro al premier Conte: “Vieni in piazza ad ascoltare i problemi della società reale”

‘Stati popolari’ a Roma. Soumahoro invita il premier Conte ad uscire dal palazzo e ascoltare la società reale.

ROMA – Stati popolari a Roma. Il giorno dopo la manifestazione del Centrodestra, in piazza sono scese diverse persone che hanno risposto all’appello di Aboubakar Soumahoro.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Una protesta per chiedere alla maggioranza un cambio di passo come confermato anche dallo stesso attivista: “Conte – ha detto il sindacalista nel suo appello citato da La Repubblicaesci dal Palazzo e vieni in piazza ad ascoltare i problemi della società reale per dare risposte concrete“.

Stati Popolari a Roma

Gli Stati Popolari sono stati organizzati dopo l’incontro tra Soumahoro e il premier Conte. “La nostra piazza – ha ricordato il sindacalista – non è di contrapposizione e di protesta, ma della condivisione e della proposta. Sui decreti sicurezza è ancora tutto fermo. Mentre la sanatoria dei braccianti si sta rivelando un vero e proprio fallimento. Nelle campagne non mancano le braccia, ma i diritti dei braccianti“.

Una manifestazione anche per favorire l’integrazione che deve coincidere con una politica molto più green: “Non si può parlare di giustizia climatica se non declinata in una prospettiva di giustizia sociale“.

Manifestazione Razzismo
Manifestazione Razzismo

Partito Democratico in piazza

In piazza è sceso anche il Partito Democratico con la presidente Valentina Cuppi e Gianni Cuperlo. “Esiste un mondo di lavoratori – hanno dichiarato i due citati da La Repubblicaa cui vogliamo dare voce e diritti. Con questo Governo sono stati fatti passi in avanti e altri vogliamo compierne, per questo oggi partecipiamo alla manifestazione a Roma in difesa di tutti quei braccianti e lavoratori precari, senza tutele e diritti. Siamo qui per rispondere, all’invito di Aboubakar Soumahoro, e dei tanti che non hanno strumenti per vedere riconosciuti i propri diritti“.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 5 Luglio 2020 22:28

E’ morto Mauro Mellini, uno dei fondatori del Partito Radicale

nl pixel