Il neo presidente Joe Biden ha varato 17 ordini esecutivi che spazzano via molti provvedimenti di Trump. Obbligo di mascherina negli uffici federali.

WASHINGTON – Joe Biden si è insediato alla Casa Bianca e non ha perso tempo a dare una netta svolta e rottura rispetto all’Amministrazione Trump. Il presidente democratico ha varato subito dei provvedimenti al fine di superare “i danni più gravi“, come li ha definiti lui stesso, provocati dal suo predecessore e consentire al Paese di “andare avanti“.

Usa, il Presidente Biden ‘cancella’ il lavoro di Donald Trump

Nella stanza ovale di Washington, il 78enne di Scranton ha firmato ben 17 ordini esecutivi. Tra questi i più significativi sono la revoca del Muslim Ban, il rientro nell’accordo di Parigi sul clima, la fine della dichiarazione di emergenza per dirottare fondi per il muro col Messico, lo stop all’oleodotto Keystone e l’obbligo di mascherina negli edifici federali.

Joe Biden
Joe Biden

Stati Uniti, rientro nell’Oms

L’Oms svolge un ruolo cruciale nella lotta mondiale contro la mortale pandemia di Covid-19, nonché contro innumerevoli altre minacce alla salute globale e alla sicurezza sanitaria. Gli Stati Uniti continueranno ad essere un partecipante a pieno titolo e un leader mondiale nell’affrontare tali minacce e nel promuovere la salute e la sicurezza sanitaria globali“. Così nella lettera che Biden ha inviato a tutti i diplomatici statunitensi nel mondo, informandoli del rientro degli Stati Uniti nell’Organizzazione mondiale della sanità.

Immigrazione, porte aperte

Sul tema dell’immigrazione, uno dei più controversi, si sospende la costruzione del muro anti-migranti ai confini del Messico e si cancella il muslim Ban che prevedeva la sospensione degli ingressi dei cittadini di alcune nazioni a maggioranza musulmana.

Inoltre Joe Biden presenterà al Congresso una riforma dell’immigrazione, per garantire a milioni di stranieri senza permesso di soggiorno sul territorio degli Stati Uniti un accesso legale alla cittadinanza.

L’accordo sul clima

Un’altra decisa inversione di rotta rispetto alla precedente gestione è rappresentata dal rientro nell’accordo sul clima di Parigi. Donald Trump non si era mostrato particolarmente sensibile sul tema entrando in conflitto (dialettico, ovviamente) con Greta Thunberg, la giovane attivista che proprio sul clima e sull’ambiente è stata in grado di mobilitare centinaia di migliaia di giovani in tutto il mondo.


Usa, Biden parla della nuova America. Silenzio sulla politica estera, la nuova minaccia è ‘interna’

Crisi di governo, Conte da Mattarella. I numeri non bastano