Le anomale temperature che stiamo registrando possono portare gravi danni.

Le temperature record che non tendono a calare e la siccità che perdura per l’assenza di pioggia stanno provocando disastri all’ambiente e alla nostra salute. Questo caldo estremo a causa del cambiamento climatico sarà non più eccezionale ma ordinario. Gli incendi in tutta Europa che contribuiscono alla desertificazione e lo scioglimento dei ghiacciai sia ad alta quota che nei paesi artici rischia di innalzare il livello del mare.

Secondo gli esperti della Società Italiana di Medicina Ambientale (SIMA) il collasso degli ecosistemi sarà repentino e non avremo il tempo di rimediare agli errori fatti con i combustibili fossili. Ma oltre agli incendi c’è un altro dramma che rischia di affliggerci ovvero le invasioni di insetti. “L’aumento delle temperature estive, con l’allungamento dei periodi torridi (una volta limitati alle prime tre settimane di Agosto), è causa di incendi, ma anche di anomala invasione d’insetti quali zecche, cavallette e zanzare tigri” ha spiegato il presidente Miani.

La deforestazione, l’estinzione di molte specie minano la biodiversità e in questo modo gli habitat naturali. Questo porta a far emergere epidemie che si possono diffondere tramite la colonizzazione di nuovi habitat dove prima non erano presenti.

Caldo
Caldo

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Siccità, caldo estremo invasioni di insetti

Come SIMA condividiamo la linea dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui qualsiasi azione che vada nella direzione di ridurre le emissioni climalteranti è da considerarsi anche un positivo intervento di sanità pubblica e chiederemo al prossimo Governo di rimettere al centro del nuovo programma il rispetto degli Accordi di Parigi sottoscritti dall’Italia e nell’ambito della Zero Pollution e Forest Strategy europee.” conclude Miani.

Il caldo estremo sta provocando anche numerosi decessi provocati dall’afa così come accadde nell’estate più calda mai registrata, quella del 2003. Le vittime provocate dal caldo sono simili a quelle del Covid, ovvero pazienti anziani e fragili con patologie croniche. Secondo gli esperti il nostro è uno dei paesi più colpiti dal cambiamento climatico e che necessita di interventi urgenti. Questo si evince dal fatto che siamo il paese che sta registrando il maggior numero di incendi e che ha la più alta desertificazione.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-07-2022


La storia del mostro di Amstetten: rinchiuse e stuprò la figlia per 24 anni

Il doppio gioco di Erdogan