Il 27 giugno 1980 avvenne la strage di Ustica. Il DC-9 Bologna-Palermo precipitò in mare: nessun sopravvissuto.

Sono passati 40 anni dalla strage di Ustica. Era il 27 giugno 1980 quando, intorno alle 21, il DC-9 diretto da Bologna a Palermo, sparisce dai radar al momento del passaggio nei pressi dell’isola antistante il capoluogo siciliano. Tutti gli occupanti, 77 passeggeri e 4 membri dell’equipaggio, perirono.

27 giugno 1980

Il volo era partito dall’aeroporto di Borgo Panigale alle 20.08, dopo quasi due ore di ritardo accumulati nei servizi precedenti. L’ultimo contatto radio avviene alle 20.59. Cinque minuti dopo l’Itavia, chiamato per l’autorizzazione alla discesa su Palermo, non risponde. Al momento della sparizione l’aeromobile si trova a circa 7000 m di altezza sul braccio di mare compreso tra le isole di Ponza e Ustica, a una velocità di 800 km/h. L’atterraggio sarebbe dovuto avvenire alle 21.13.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

https://www.youtube.com/watch?v=iMpo4DzXCWg

La strage di Ustica

L’aeromobile viene dato per disperso. Le ricerche iniziano nella sera. Solo all’alba i primi avvistamenti in mare: un elicottero di soccorso individua a circa 110 km a nord di Ustica alcuni detriti in affioramento. Poco dopo raggiunge la zona un Breguet Atlantic dell’Aeronautica, che avvista una grossa chiazza di carburante; nel giro di qualche ora cominciano ad affiorare altri detriti e i primi cadaveri dei passeggeri.

Le vittime

Di seguito il drammatico elenco delle vittime che hanno perso la vita nella strage di Ustica.

Andres Cinzia (24),
Andres Luigi (32),
Baiamonte Francesco (55),
Bonati Paola (16),
Bonfietti Alberto (37),
Bosco Alberto (41),
Calderone Maria Vincenza (58),
Cammarata Giuseppe (19),
Campanini Arnaldo (45),
Casdia Antonio (32),
Cappellini Antonella (57),
Cerami Giovanni (34),
Croce Maria Grazia (40),
D’Alfonso Francesca (7),
D’Alfonso Salvatore (39),
D’Alfonso Sebastiano (4),
Davì Michele (45),
De Cicco Giuseppe Calogero (28),
De Dominicis Rosa (Allieva Assistente di volo Itavia) (21)*,
De Lisi Elvira (37),
Di Natale Francesco (2),
Diodato Antonella (7),
Diodato Giuseppe (1),
Diodato Vincenzo (10),
Filippi Giacomo (47),
Fontana Enzo (Copilota Itavia) (32), Fontana Vito (25), Fullone Carmela (17), Fullone Rosario (49), Gallo Vito (25), Gatti Domenico (Comandante Pilota Itavia) (44),
Gherardi Guelfo (59),
Greco Antonino (23),
Gruber Berta (55),
Guarano Andrea (37),
Guardì Vincenzo (26),
Guerino Giacomo (19),
Guerra Graziella (27),
Guzzo Rita (30),
Lachina Giuseppe (58),
La Rocca Gaetano (39),
Licata Paolo (71),
Liotta Maria Rosaria (24),
Lupo Francesca (17),
Lupo Giovanna (32),
Manitta Giuseppe (54),
Marchese Claudio (23),
Marfisi Daniela (10),
Marfisi Tiziana (5),
Mazzel Rita Giovanna (37),
Mazzel Erta Dora Erica (48),
Mignani Maria Assunta (30),
Molteni Annino (59),
Morici Paolo (Assistente di volo Itavia) (39)*,
Norrito Guglielmo (37),
Ongari Lorenzo (23),
Papi Paola (39),
Parisi Alessandra (5),
Parrinello Carlo (43),
Parrinello Francesca (49),
Pelliccioni Anna Paola (44),
Pinocchio Antonella (23),
Pinocchio Giovanni (13),
Prestileo Gaetano (36),
Reina Andrea (34),
Reina Giulia (51),
Ronchini Costanzo (34),
Siracusa Marianna (61),
Speciale Maria Elena (55),
Superchi Giuliana (11),
Torres Pierantonio (32),
Tripiciano Giulia Maria Concetta (44)
Ugolini Pierpaolo (33),
Valentini Daniela (29),
Valenza Giuseppe (33),
Venturi Massimo (31),
Volanti Marco (26),
Volpe Maria (48),
Zanetti Alessandro (8),
Zanetti Emanuele (39),
Zanetti Nicola (6).

Strage di Ustica, il messaggio di Mattarella

La strage di quarantuno anni or sono, nel cielo di Ustica, è impressa nella coscienza degli italiani come una tragedia straziante, che ha strappato alla vita ottantuno persone indifese, che ha gettato in un dolore indicibile i loro familiari, che ha lasciato la Repubblica senza una verità univoca capace di ricomporre appieno il quadro delle circostanze e dei responsabili“, si legge nel messaggio del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

Di seguito il testo integrale della dichiarazione del Presidente della Repubblica nel 2021.

TAG:
primo piano

ultimo aggiornamento: 27-06-2021


Minorenne aggredito al Milano Pride

Lodi, rave party con più di 700 giovani (molti senza mascherina) in un paese con casi di variante Delta