La strategia di Plasmon per contrastare la denatalità
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

La strategia di Plasmon per contrastare la denatalità

babysitter con bambini

L’approccio di Plasmon per la denatalità in Italia, con un focus su pianificazione a lungo termine, monitoraggio e cambiamento culturale.

Il fenomeno della denatalità in Italia richiede un’attenzione costante e un piano d’azione strategico, Luigi Cimmino Caserta, da KraftHeinz Italia Plasmon, presenta una formula dettagliata non solo legata alle sue responsabilità in azienda, ma anche come risposta concreta e a lungo termine a questo problema sociale.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

babysitter con bambini
babysitter con bambini

Analisi del problema

Il problema della denatalità è multi fattore e richiede un approccio diversificato. “La denatalità è solamente una spia rossa che sta aprendo, per fortuna, tutta una serie di considerazioni“, afferma Cimmino Caserta. La situazione attuale vede l’Italia in un inverno demografico, con un tasso di natalità che non garantisce il rinnovo generazionale. Come riferito da adnkronos.com

La risposta di Plasmon

Purtroppo ci troviamo a gestire un momento che è frutto di qualcosa che è accaduto nel passato“, spiega Cimmino Caserta, sottolineando l’importanza di stabilire obiettivi specifici come il raggiungimento di 500mila nuovi nati entro il 2030 e di monitorare questi obiettivi anno dopo anno.

Le azioni per incrementare la natalità devono essere continue, non limitate a eventi annuali. “Io sono d’accordo con Gigi De Palo quando dice che non dovrebbero organizzare gli Stati generali della Natalità perché dovrebbero essere un po’ tutti i giorni“, insiste Cimmino Caserta. Questo pensiero è rinforzato dal bisogno di una cultura che veda nella natalità un investimento per il futuro e non un onere.

All’interno della Plasmon, sono state introdotte politiche innovative come il lavoro flessibile e il supporto finanziario per la genitorialità. “Stiamo cercando di proporci anche in ambienti pubblici, istituzionali in cui ne parliamo in termini estremamente positivi, con l’impegno di voler contribuire anche un po’ al sistema Paese“, afferma Cimmino Caserta. Queste misure sono un esempio di come le aziende possano effettivamente influenzare la politica nazionale sulla famiglia.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 22 Aprile 2024 13:18

Luciana Littizzetto non perdona: il benvenuto ad Amadeus “citando” la Meloni

nl pixel