Streaming 4k, la nostra connessione è compatibile? Scopriamolo

Streaming 4K, possiamo usarlo con la nostra connessione?

Anche in Italia molti servizi offrono lo streaming 4K ultra HD. Ma è una buona idea comprare questo servizio? Scopriamolo grazie a un rapido strumento.

I servizi di streaming 4K iniziano a prendere piede anche in Italia, come abbonamento o come integrazione di abbonamenti già esistenti. Il che è sicuramente interessante, ma porta con sé un piccolo problema, legato alla velocità media delle connessioni a Internet in Italia.

Per poter godere appieno dello streaming a 4K infatti è necessario disporre di una connessione piuttosto potente. Esistono numerosi strumenti per testare la velocità della connessione, anche molto approfonditi. Ma in questa guida ci concentriamo su quello più semplice e immediato.

Come controllare la nostra connessione a Internet con Fast.com

Fast.com è lo strumento per il controllo della velocità di connessione messo a punto da Netflix, ed è incredibilmente semplice. Basta collegarsi al sito fast.com e aspettare che il test finisca per avere subito un risultato.

Una volta terminato il test possiamo fare click su ulteriori informazioni per avere a disposizione qualche statistica per nerd ed eventualmente ripetere il test modificando qualche impostazione.

fast.com velocita connessione

Il vantaggio di Fast.com è che è il test di velocità promosso dalla popolare piattaforma Netflix, e quindi è già progettato con un occhio di riguardo per lo streaming. Nel caso in cui decidessimo di sottoscrivere un abbonamento con questa particolare piattaforma, la velocità della nostra connessione è già quella “ufficiale” verso i server di Netflix.

Quanta banda serve per lo streaming a 4K?

Secondo le fonti ufficiali di Netflix, per avere lo streaming in Ultra HD (nome commerciale del 4K), sono richiesti almeno 25 MB al secondo.

Nell’immagine di esempio quindi la velocità di connessione sarebbe più che sufficiente. Tuttavia ci sono alcune considerazioni di cui dobbiamo tenere conto.

La banda minima richiesta non è quasi mai sufficiente

Quindi, se la nostra connessione arriva a 25 Mb/s giusti, acquistare la possibilità di vedere film in 4K e serie TV ad altissima definizione è una buona idea?

Sfortunatamente la risposta è no. Infatti dobbiamo sempre tenere presente che la velocità della nostra connessione a Internet viene divisa fra tutti i dispositivi collegati.

Streaming 4K velocita condivisa
Fonte foto: vecteezy.com/vector-art/395111-smart-home-controlled-via-phone-infographic-vector

Questo significa che se abbiamo a disposizione esattamente 25 Megabit al secondo, basterà che qualcuno inizi a guardare un filmato su YouTube nell’altra stanza, oppure a scaricare un aggiornamento per la console, perché la qualità del video cali immediatamente. Se poi, per esempio, pensiamo di usare due dispositivi contemporaneamente per guardare streaming in 4K, allora dobbiamo raddoppiare la velocità richiesta.

Per la verità esistono artifici tecnici per arginare questo problema, lavorando sulle “regole” dei nostri dispositivi di accesso a Internet, ma si tratta di operazioni laboriose e complesse, riservate a chi ha qualche competenza tecnica.

la soluzione più immediata, per tutti gli altri, è quella di decidere cosa acquistare in base alla connessione disponibile. Oppure, se stiamo pagando per un servizio che si rivela molto inferiore alle aspettative, rivolgerci al servizio clienti e/o alle associazioni di consumatori, in modo da ottenere quello per cui stiamo pagando.

Fonte foto copertina: pixabay.com/illustrations/speed-internet-high-download-4028234/

ultimo aggiornamento: 04-09-2019

X