Struttura sportiva diventa una discarica a cielo aperto. Don Patriciello: “Dosare l’acqua potabile? C’è una perdita, esce da mesi”.

La denuncia parte dal parroco di Caivano, in provincia di Napoli. Don Maurizio Patriciello mostra immagini forti di una ex struttura sportiva, tra Napoli e Caserta, ormai abbandonata da tempo e degenerata in una vera e propria discarica. Oltre alle condizioni inacettabili, le tubature perdono gran quantità di acqua potabile: uno spreco che andrebbe risolto in questo periodo difficile.

Auto polizia
Auto polizia

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La denuncia di Don Patriciello

Don Maurizio Patriciello, parroco di Caivano (Napoli), denuncia l’abbandono di un’ex struttura sportiva che si trova tra le province di Napoli e Caserta. Diventata ormai una “discarica a cielo aperto” con le tubature dell’acqua potabile che mostrano perdite ininterrotte… un vero spreco!

Il parroco pubblica un video scioccante sulle condizioni della struttura lasciata a livello brado. Commenti schifati e indignati raggiungono le immagini mostruose, che don Patriciello definisce “una zona di guerra”. Oltre alla situazione di degrado che avvilisce gli occhi di chi la guarda, c’è anche la questione dello spreco di acqua provocato dalle continue perdite delle tubature.

Afferma poi: “Era un centro sportivo. Ora è invaso dall’immondizia e dall’acqua. Ci si chiede di risparmiare acqua e qui si consumano ettolitri da mesi, forse anni, senza che nessuno intervenga. Non so quali siano le autorità competenti ma fate qualcosa, venite a vedere cosa succede in quest’area di fronte al cimitero di Caivano. Ai responsabili dico: vergognatevi”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-10-2022


Bandiera nazista in un condominio: intervengono i carabinieri

Bolzano, donna uccisa in casa: è caccia al marito