Uno studio americano sull’efficacia di Pfizer contro i ricoveri è stato pubblicato a poco tempo prima del via libera alla terza dose.

ROMA – Uno studio americano sull’efficacia di Pfizer contro i ricoveri è stato pubblicato poco tempo prima del via libera della Fda alla terza dose. In particolare, come riportato dal Corriere della Sera, i dati della CDC hanno evidenziato come dopo quattro mesi si riduce la protezione e questo sembrerebbe aver portato le autorità statunitensi a dare il via libera alla nuova somministrazione.

Lo studio ha riguardato quasi 4mila persone senza problemi di salute e di questi 21 ricoverati in ospedale. I numeri molto probabilmente aumenteranno nei prossimi giorni e si avranno dei dati più sicuri e si tratta di cifre che potrebbero essere valutate con attenzione anche dagli altri Paesi.

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Pfizer, l’efficacia contro i ricoveri cala dopo 4 mesi

In particolare, la riduzione dell’efficacia di Pfizer contro i ricoveri dopo quattro mesi ha portato le autorità americane a consigliare la terza dose. Il vaccino passa da una efficacia del 91% al 77%, numero che potrebbe aumentare i rischi per le persone immunodepresse.

Non sembrano esserci, almeno al momento, particolari rischi per gli altri vaccini. Sia Johnson&Johnson che Moderna, infatti, riescono a conservare la loro protezione. Gli studi, comunque, sono in corso e in fase di aggiornamento.

Terapia intensiva coronavirus
Terapia intensiva coronavirus

Italia pronta a partire con la terza dose

Anche l’Italia si prepara a partire con la terza dose. Da lunedì 20 settembre inizia ufficialmente il nuovo ciclo di somministrazione, ma sono ancora diversi i punti da chiarire iniziando da operatori sanitari e persone senza particolari problemi di salute.

Di seguito un video con le ultime informazioni sulla somministrazione della terza dose di vaccino in Italia.

coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 18-09-2021


Effetto Green pass sui vaccini, Figliuolo: “Incremento generalizzato delle prenotazioni”

19 settembre 1976, l’incidente di Isparta. Un boeing turco si schianta, muoiono tutti i passeggeri tra cui 85 italiani