Svolta Fca, entra nel mondo delle auto volanti: sottoscritto un contratto con Archer Aviation per la produzione di un taxi volante. La produzione in serie a partire dal 2023.

Fca lavora alla produzione di un taxi volante ed entra quindi nella corsa verso il futuro, senza ombra di dubbio rappresentato dalle macchine volanti. Che non saranno proprio come quelle immaginate in Ritorno al futuro, ma ci avviciniamo molto a quelle che fino a poche anni fa erano solo delle fantasie.

Fca lavora con Archer Aviation alla produzione di un taxi volante

Fca lavora con Archer Aviation alla produzione di un taxi a decollo verticale e si avvicina così al mondo delle auto volanti.

Si tratta di un taxi destinato al trasporto di passeggeri su distanze brevi. Una soluzione destinata a ridurre il traffico nelle grandi metropoli. Arriverà poi il giorno nel quale si dovrà fare i conti con il traffico aereo, ma al momento parliamo di uno scenario futuro. Un futuro non così vicino, realisticamente parlando.

Il prototipo in questione dovrebbe avere un’autonomia di cento chilometri e dovrebbe raggiungere i 240 chilometri orari, spinto da un motore elettrico e da sei eliche di piccole dimensioni. Da quello che sappiamo, non sarà a guida autonoma, ma sarà guidato da un pilota.

Fca
Fonte foto: https://www.facebook.com/pg/FCA-Fiat-Chrysler-group

La produzione in serie non prima del 2023

Per quanto riguarda i tempi, il primo veicolo potrebbe essere presentato già nel corso del 2021, mentre per la produzione in serie si dovrà attendere almeno il 2023.

Di seguito il comunicato stampa pubblicato sulla pagina di Fca.


Spostamenti, asporto, palestre, cinema e sci: cosa prevede il nuovo dpcm

Dramma alla Dakar, morto Pierre Cherpin