La scure del Garante per le comunicazioni sui call centre: le chiamate commerciali dovranno essere riconoscibili all’utente. In arrivo il nuovo prefisso obbligatorio.

Arriva la svolta nella battaglia di migliaia di cittadini contro le telefonate commerciali – troppo spesso troppo insistenti – che ora dovranno essere riconoscibili grazie a un prefisso reso obbligatorio dal Garante per le comunicazioni.

Telefonate commerciali: qual è il prefisso?

Il Garante per le comunicazioni, nel tentativo di risolvere l’annosa questione, ha imposto che le società che fanno pubblicità telefonica facciano ricorso a un prefisso che le renda immediatamente riconoscibili ai clienti che ricevono la chiamata. Il prefisso sarà lo 0844. Di fatto, quando vedrete comparire questo numero saprete che si tratta di una promozione commerciale. Nessun dubbio. A voi la decisione se rispondere o rifiutare la chiamata senza se e senza ma, decidendo di non scoprire quale sorpresa o maxi promozione ha in serbo per voi l’operatore.

Telefonate commerciali: le eccezioni previste

Stando a quanto emerso già a poche ore dalla decisione del Garante, i centralini avrebbero già trovato la scappatoia per evitare di fare ricorso al prefisso indicatore. Lo 0844 non sarebbe infatti obbligatorio per i call centre che conducono una campagna organizzata da una società terza. In questi casi gli operatori potranno continuare a chiamare con numeri che iniziano per 0 (zero) e per 3.

Ma anche in questo caso il Garante ha trovato una soluzione quantomeno parziale. Sarà infatti consentito agli utenti richiamare il numero dal quale è stata ricevuta la chiamata, una possibilità fino ad oggi negata alle persone che potevano rimanere con un dubbio martellante su che tipo di chiamata abbiano rifiutato: una telefonata commerciale o una comunicazione urgente? Da oggi queste domande avranno una risposta.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
call centre economia evidenza Garante News

ultimo aggiornamento: 28-10-2018


Manovra, Tria sta con Draghi: “Lo spread alto è dannoso”

Pensioni ai perseguitati politici e razziali, ecco cosa prevede la Manovra