Un bimbo di 18 mesi è morto la notte tra martedì e mercoledì durante una disperata corsa verso l’ospedale di Teramo.

Un bimbo di 18 mesi, nella notte fra martedì e mercoledì, è morto mentre viaggiava in auto con i genitori. Il piccolo avrebbe iniziato a strillare eccessivamente, ma nemmeno mangiare ha alleviato la sua sofferenza, finché non ha perso i sensi. Durante la corsa disperata verso l’ospedale di Teramo, la coppia ha cercato soccorso ma ormai non c’era niente da fare.

Allattamento
Allattamento

Durante la notte tra martedì e mercoledì, un bambino di 18 mesi è morto mentre era in auto con i suoi genitori. La famiglia era di ritorno da Teramo, quando il figlio della coppia ha iniziato a piangere e strillare disperatamente. La madre pensava avesse semplicemente fame quindi lo ha avvicinato al seno per farli tirare una poppata.

Ma d’improvviso il bimbo ha perso i sensi, così i genitori hanno iniziato la corsa verso l’ospedale dopo aver contattato il 118. Intanto l’ambulanza ha cercato di intercettarli per andargli incontro e aiutare il bimbo sofferente. Al loro arrivo, però, il piccolo era in condizioni troppo gravi ormai, perdendo subito la vita. Il medico legale darà una risposta ai genitori addolorati, per capire se le cause della sua morte sarebbero correlato ad una malformazione congenita.

Il sindaco di Cellino Attanasio ha commentato il tragico evento così: “Non riusciamo mai ad abituarci alla morte di un caro, impossibile farlo davanti a quella improvvisa di un piccolo bimbo. È troppo e la vita ci sembra solo ingiusta e cattiva. È difficile sapere cosa dire quando succede l’impensabile, ogni parola appare superflua e inutile. Un abbraccio sincero alla mamma e al papà, ai nonni, agli zii e a tutti i familiari. Da lassù possa dare tanta forza e coraggio a tutti”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 13-10-2022


India: 15enne stuprata e incinta data alle fiamme

Ilaria Maiorano, autopsia: “Ha provato a difendersi”