Terremoto in Calabria, scossa di magnitudo 4.2 avvertita anche in Sicilia. Non si registrano danni a cose o persone

Attimi di paura in Calabria per una forte scossa di terremoto di magnitudo 4.2 avvenuta al largo delle coste calabresi. Il sisma si sarebbe originato di fronte a Palmi a undici chilometri di profondità.

Terremoto in Calabria, le zone interessate

Il sisma è stato registrato intorno alle 7.25 di questa mattina e ha interessato le zone di Reggio Calabria, Catanzaro e Vibo Valentia. La scossa è stata avvertita distintamente anche a Messina, dunque in Sicilia.

Di seguito il tweet dell’INGV con la segnalazione della scossa di terremoto registrata alle ore 7.24:

Terremoto in Calabria: il bilancio

Nessuna delle due regioni ha al momento segnalato la presenza di feriti o danni ingenti alle cose. “La scossa si è avvertita parecchio. Siamo in contatto con la protezione civile regionale e abbiamo allertato il centro operativo. Squadre sono uscite a perlustrare la zona e a fare verifiche“, ha dichiarato il vicesindaco di Palmi Bruno Soccorsa come riportato da Sky.

Sono ancora in corso i controlli da parte dei Vigili del Fuoco per controllare la stabilità e la sicurezza innanzitutto degli edifici più vecchi, considerati ovviamente quelli più soggetti a possibili danni strutturali. Tnte anche le chiamate da parte della popolazione ma non si segnalano interventi urgenti. Anche in Sicilia sono in corso controlli nella zona del messinese, dove la scossa è stata avvertita distintamente dalla popolazione.

In via precauzionale è stata sospesa la circolazione ferroviaria tra Reggio Calabria e Rosarno. La chiusura della tratta, fanno sapere, rientra nella prassi e serve a consentire il controllo della tratta da parte dei tecnici.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca messina News Reggio Calabria terremoto

ultimo aggiornamento: 28-09-2018


Rapina a Lanciano, il capo della banda è un romeno di 26 anni

Processo Cucchi bis, protesta davanti al Tribunale