Grazie a una recente delibera AGCOM, il tethering Vodafone non è più a pagamento. Ma per averlo gratis bisogna richiederlo attraverso il servizio clienti.

Il tethering Vodafone è stato oggetto di dibattito per qualche tempo. Infatti l’azienda inglese era l’unica rimasta sul mercato italiano a offrire questa funzione solo a pagamento. La delibera dell’Autorità Garante per le Comunicazioni 68-18-CONS del 28 marzo 2018 ha praticamente obbligato Vodafone a eliminare questo limite. Obbligo che l’azienda ha messo in pratica dal 2 aprile 2018.

Thetering Vodafone gratis, per chi fa la richiesta

Già dal 2 aprile l’azienda si è mossa per accogliere la delibera AGCOM e mettere a disposizione il tethering gratis. Al momento l’opzione non è automaticamente attiva, ma va richiesta, seguendo due modalità: attraverso la App ufficiale Vodafone oppure usando il servizio clienti 190.

Come non pagare il tethering Vodafone: richiesta attraverso la App

L’opzione più comoda e rapida per ottenere il tethering gratuito è quella di utilizzare la App MyVodafone, scaricandola dal nostro Store se non la abbiamo ancora installata. Da qui dobbiamo attivare TOBi, il servizio di assistenza via chat. Attiviamolo e richiediamo l’attivazione della promo tethering, che è il nome commerciale che Vodafone ha dato a questo servizio. Teniamo presente che TOBi attiva la chat con un operatore reale, quindi è possibile che ci venga fatta qualche domanda in più.

tethering Vodafone via app MyVodafone
Utilizzando TOBi, possiamo effettuare la richiesta per il tethering gratuito. fonte foto: vodafone.it/portal/Privati/Vantaggi-Vodafone/Applicazioni/My-Vodafone

Thetering Vodafone: costi azzerati parlando con il 190

La seconda opzione, per chi non ama gli strumenti automatici, è quella di contattare il servizio clienti Vodafone al numero 190 e richiedere l’attivazione della promo tethering parlando direttamente con un operatore.

In entrambi i casi prepariamoci: potremmo incontrare un po’ di resistenza, che possiamo vincere facilmente spiegando che siamo a conoscenza della delibera pubblicata da AGCOM e dell’obbligo da parte di Vodafone.

Aggiornamento 4 marzo 2018, ore 19.00

Alcuni utenti Vodafone ci segnalano che la procedura è cambiata, almeno per quanto riguarda la richiesta tramite App MyVodafone. Effettuando la richiesta come indicato poco sopra infatti, il sistema risponde in questo modo:

tehering Vodafone risposta Tobi
Dal 25 marzo tutte le nuove offerte hanno l’hotspot incluso. Stiamo lavorando per includere l’hotspot quanto prima anche nelle offerte attivate precedentemente. Attualmente l’hotspot ha uncosto di 6 euro e permette di utilizzare 5 Giga per la condivisione della connessione con altri dispositivi.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

A cosa serve il tethering?

Per chi non mastica troppa tecnologia, il tethering è quella funzione, presente in tutti gli smartphone e tablet moderni, che permette di condividere l’accesso a Internet. In pratica, possiamo utilizzare il traffico della nostra SIM anche per navigare con altri dispositivi. La modalità più diffusa oggi per il tethering è quella chiamata router Wi-Fi. Grazie a questa il nostro telefono diventa un piccolo punto di accesso, raggiungibile normalmente via WiFi da qualsiasi dispositivo, e la connessione a Internet avviene attraverso il telefono.
Vodafone fino a poco fa permetteva di farlo solo pagando una promo a parte, del costo di 1,90 euro al mese. Con la recente delibera AGCOM ha stabilito che si trattava di una violazione della libertà d’uso del telefono e della connessione, oltre ad essere una pratica contraria alla Net Neutrality.

Fonte foto copertina: pexels.com/photo/man-wearing-gray-blazer-838413/

Riproduzione riservata © 2021 - NM

ultimo aggiornamento: 04-04-2018


Cerca su Google come fanno gli esperti grazie a questi trucchi

Sospensione computer, cosa fare se Windows non si riattiva