Avanza l’ipotesi di una segreteria doppia a capo del Partito democratico guidato da Bonaccini-Schlein.

L’idea di affidare la guida del Pd non solo a Bonaccini ma anche alla sua attuale vice alla regione Emilia Romagna Elly Schlein parte dal deputato Angelo de Maria. Ma sono molti a sostenere questo ticket Bonaccini-Schlein per rinnovare e salvare il Pd nella sua rifondazione. I rapporti tra i due sono ottimi e non solo a livello istituzionale dove stanno facendo un buon lavoro. Ma ancora non sono precise le intenzioni degli interessati.

La candidatura di Bonaccini piace a molti anche se all’interno del partito stesso molti temono un terremoto che porterebbe l’attuale governatore emiliano. Per lui non si tratta di nomi ma di rifondare completament il sistema del Pd che evidentemente non ha funzionato. A temere sono soprattutto i capi corrente che potrebbero essere spazzate via con una rifondazione radicale.

Enrico Letta
Enrico Letta

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

I rischi di un ticket Bonaccini-Schlein alla guida del Pd

Bonaccini potrebbe però attirare tutta l’area riformista unendo tutte le anime del Pd sia chi è più a destra che chi è più a sinistra, seguendo il modello attuato in regione. La candidatura di Schlein invece, attualmente indipendente e nemmeno iscritta al Pd, questo potrebbe essere un vantaggio proprio perché slegata da qualsiasi corrente che hanno contribuito a ledere l’unità del partito. La vice presidente potrebbe piacere alla frangia più a sinistra dei dem che però è molto ridotta e ha già trovato nuovi orizzonti come Sinistra Italiana e Verdi. Schlein potrebbe invece essere un rischio per una virata troppo a sinistra del Pd.

Questo porterebbe gli elettori riformisti e moderati ad approdare al Terzo Polo, proprio come aveva profetizzato Matteo Renzi. Nel frattempo la partita è ancora tutta aperta. Il 6 ottobre si discuterà in streaming sui tempi delle primarie. Chi sostiene Bonaccini le vorrebbe tra gennaio e febbraio. Una parte delle fazioni in campo chiede invece una costituente aperta.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-10-2022


Meloni: “Fare presto per le scadenze importanti”

Calenda ai dem: “La scelta è tra riformismo e populismo”