Vaccino Covid, errore a Nole, in Provincia di Torino: 19 persone ricevono AstraZeneca al posto di Pfizer. Sono sotto osservazione.

Accertamenti in corso si quanto accaduto nel centro vaccini di Nole Canavese, dove 19 persone hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca al posto del vaccino Pfizer, che invece avrebbero dovuto ricevere.

Torino, 19 persone ricevono AstraZeneca al posto di Pfizer

L’incidente è avvenuto al centro vaccini di Nole Canavese. Diciannove persone che avrebbero dovuto ricevere il vaccino Pfizer hanno ricevuto per errore una dose di AstraZeneca. Tra i diciannove soggetti coinvolti otto donne e undici uomini. Come riferito da la Stampa, 17 dei 19 sono under 60, quindi non avrebbero dovuto ricevere AstraZeneca, in base alle indicazioni del Cts e alle disposizioni del Ministero della Salute.

L’errore è stato immediatamente comunicato ai soggetti coinvolti ed è stata subito attivata la catena di sorveglianza e monitoraggio dei casi.

Le nuove linee guida per viaggiare in UE e non

Vaccino Covid
Vaccino Covid

Le condizioni dei soggetti interessati: al momento registrati solo sintomi lievi

Stando alle informazioni emerse, molti dei soggetti hanno registrato effetti collaterali: febbre alta e dolori muscolari. Si tratta di effetti collaterali non gravi che possono manifestarsi dopo la somministrazione del vaccino. Al momento non si registrano quindi effetti collaterali diversi da quelli comunemente associati alla vaccinazione contro il Covid.

L’indagine interna per fare luce sul clamoroso errore

Le autorità sanitarie hanno avviato un’indagine interna per ricostruire cosa sia accaduto e soprattutto perché. L’ipotesi al vaglio è quella di un grossolano errore commesso all’interno del centro vaccinale. Resta da chiarire esattamente che tipo di errore sia stato commesso e perché. Questo evidentemente per evitare nuovi casi dello stesso tipo e per fare una valutazione delle responsabilità.

TAG:
coronavirus vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 02-07-2021


Incidente ferroviario a Roma, un uomo perde un braccio salendo sul treno. Arto riattaccato al Gemelli

Violenze nel carcere di Santa Maria Capua Vetere, Bonafede nella bufera: “Andava fatta un’ispezione”