Maxi multa per la Toyota: la casa automobilistica condannata a pagare una multa da 242 milioni di dollari in seguito a un incidente.

La multa da record nei confronti della Toyota è stata emessa dalla contea di Dallas, Texas, dove la corte ha condannato la casa automobilistica a pagare 642 milioni di dollari come sanzioni e risarcimento per i danni causati da un singolo incidente che ha visto coinvolta una Lexus ES300. La Lexus ( Luxury EXportation United States) è il marchio pregiato con cui la Toyota esporta in America. Il modello in questione è del 2002.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Usa – Toyota condannata a pagare 242 milioni di dollari in seguito a un incidente

La causa contro la casa costruttrice è stata intentata da una coppia dopo un incidente in cui sono rimasti feriti i due figli di tre e cinque anni. Stando alla versione dei signori Reavis, in seguito a un incidente i sedili anteriori della vettura hanno ceduto diminuendo così i rischi per il conducente e il passeggero al suo fianco ma hanno anche causato il ferimento dei bambini che si trovavano sui sediolini di sicurezza posizionati sul sedile posteriore.

La macchina in questione è stata violentemente tamponata da una Honda che ha urtato la parte posteriore della Lexus, lì dove erano seduti i bambini. In seguito all’urto i sedili della Lexus (Toyota) hanno ceduto evitando che i passeggeri della parte anteriore sbattessero contro il cruscotto, ma colpendo alla testa i due bambini, rimasti feriti quindi non dall’impatto con l’altra automobile ma dai sedili della loro stessa macchina.

Lexus Toyota
Fonte foto: https://www.facebook.com/groups

La sentenza del tribunale contro Toyota: la casa automobilistica punita per non aver avvertito gli acquirenti dei pericoli

Oltre alla politica adottata dalla Toyota, che predilige concentrare le misure di sicurezza sull’anteriore della macchina, dove solitamente avvengono gli incidenti con il più alto tasso di mortalità, le indagini da parte dei periti avrebbero evidenziato anche alcuni difetti legati alla costruzione e alla progettazione del veicolo.

A due anni di distanza dalla causa intentata dalla famiglia di Dallas, il Tribunale ha condannato la Toyota a pagare 242 milioni di dollari tra risarcimento danni e sanzioni. Parte della somma rappresenta infatti una multa per non aver avvertito gli automobilisti in possesso del modello della pericolosità dei sedili posteriori installati sulla Lexus ES300. Secondo l’accusa,  la casa automobilistica sarebbe stata a conoscenza del meccanismo ma avrebbe deliberatamente deciso di non comunicarne il funzionamento.

Resta ora da capire se la Toyota vorrà fare ricorso appellandosi alla perizia dei propri tecnici che potrebbero appellarsi a una scarsa manutenzione del mezzo da parte dei proprietari, ipotesi smentita in prima istanza dalle analisi e dai test effettuati su altre vetture dello stesso modello che hanno evidenziato lo stesso difetto di fabbrica, ritenuto pericoloso per i passeggeri. La macchina in circolazione non è presente sul mercato italiano, dove la Toyota punta principalmente sulle utilitarie.

Fonte foto: https://www.facebook.com/groups

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-08-2018


Albero a camme: cos’è e come funziona

McLaren, Carlos Sainz jr l’erede a sorpresa di Fernando Alonso