La Procura ha contestato il reato d’odio razziale all’uomo che ha scoccato una freccia contro un peruviano 41enne, uccidendolo.

Javier Alfredo Romero Miranda, è l’operaio peruviano di 41 anni deceduto a causa di una freccia che l’ha colpito e ucciso. A scoccarla è stato Evaristo Scalco. La Procura ha contestato il reato di odio razziale nei confronti dell’uomo. Secondo quanto appreso, dopo aver scoccato la freccia avrebbe urlato: “Andate via immigrati di m…”, riferendosi alla vittima ed al suo amico. 

Polizia

Proprio alla luce di questo fatto, la Procura di Genova ha contestato all’artigiano maestro d’ascia di 63 anni il reato di crimine razziale. Il fatto è accaduto nella notte tra l’uno e il due novembre. Secondo quanto emerso in seguito ai primi accertamenti condotti dai carabinieri, la freccia scoccata sarebbe di una tipologia particolarmente letale, solitamente utilizzata durante le sessioni di caccia di cinghiali. 

Le forze dell’ordine hanno già provveduto all’acquisizione dei filmati. L’arresto è già stato convalidato per la giornata di domani mattia. Verrà poi anche disposta l’autopsia, già predisposta dal medico legale Sara Lo Pinto. 

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La ricostruzione della vicenda

Secondo quanto emerso dalle ricostruzioni, la vittima era andata a guardare una partita con un amico, per poi festeggiare la nascita del secondo figlio. Avrebbero iniziato a parlare ad alta voce, quando ad un certo punto Scalco, da casa sua, li avrebbe rimproverati per farli smettere.  

Da lì è iniziato un diverbio, e senza nemmeno scendere in strada, avrebbe scagliato la freccia contro Romero. La freccia ha colpito la vittima al fianco. Dopo essere stato trasportato in ospedale d’urgenza, Romero Miranda è morto nel primo pomeriggio di ieri all’ospedale San Martino di Genova. Inutili i tentativi dei medici di salvargli la vita. 

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 04-11-2022


Miriam Ciobanu, il 23enne colpevole dell’omicidio è libero 

Colpita alla testa con mattarello dal compagno: è in fin di vita