Una vera strage scampata, quella che ha coinvolto, ieri, l’aeroporto Internazionale di Miami. Un velivolo perde il carrello e va a fuoco.

Tragedia sfiorata. Questo è l’epiteto con cui è possibile descrivere la tragica avventura di un aereo di linea, pertinente una nuova compagnia aerea low cost della Repubblica Dominicana. Il velivolo è precipitato presso l’aeroporto Internazionale di Miami, nella serata di martedì, infiammandosi. Delle 126 persone a bordo, solo tre fortunatamente, hanno riportato delle ferite.

Si tratta di un’aereo di linea facente capo alla compagnia Red Air. Il velivolo era in fase di atterraggio presso l’aeroporto di Miami, in Usa.

Questo è quanto riferisce la stampa americana. L’aereo proveniva da Santo Domingo, in Repubblica Dominicana; in fase di atterraggio, il mezzo avrebbe perso il carrello.

Alcuni post pubblicati sui canali social, riprendono i passeggeri in fuga dal velivolo, famiglie con figli e bagagli al seguito. Insomma, una vera tragedia scampata.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole della portavoce del Miami-Dade


La portavoce del Miami-Dade Fire-Rescue, Erika Benitez, ha dichiarato che: “Quando i nostri vigili del fuoco sono arrivati, hanno visto che l’ala dell’aereo era in fiamme. Hanno rapidamente iniziato a lavorare per spegnere l’incendio, utilizzando camion di schiuma specializzati. Tutti i passeggeri erano scesi dall’aereo”.

Incidente aereo
Incidente aereo

I tre feriti sono stati immediatamente scortati all’interno degli ospedali di zona, questo è quanto riferito dalla Benitez. I vigili del fuoco si sono subito messi all’opera per sedare le fiamme, intervenendo sulla fuoriuscita di altro potenziale carburante dai meccanismi del velivolo.

Uno dei passeggeri a bordo, Mauricio Davis, ha dichiarato che: “Quando le persone hanno visto il fuoco, hanno iniziato ad urlare e farsi prendere dal panico. La gente era molto spaventata. Quasi tutti hanno afferrato le poltrone, per evitare di girare su se stesse”.

L’aereo si sarebbe incollato alla pista, privo ormai del carrello, trascinandosi per parecchi metri e “mangiando” così l’asfalto. L’evento ha indotto i responsabili dell’aeroporto di Miami, a chiudere un paio di piste, il che ha implicato un ritardo abbondante, circa alcuni voli.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 22-06-2022


Torino. Il sistema collaudato di rapporti intimi e mazzette

Il commento di Cottarelli: “Inflazione fa bene al debito”