La Squadra Mobile di Trieste ha trovato il corpo privo vita di una donna di 33 anni all’interno del salone da parrucchiere in cui lavorava.

Una donna è stata ritrovata priva di vita all’interno di un salone da parrucchiere, a Trieste. La vittima aveva 33 anni, e lavorava come dipendente dell’attività di proprietà di un cittadino di origine pakistana. Sono stati gli operatori sanitari del 118 a ritrovare il cadavere della donna all’interno dell’attività, identificata successivamente come dipendente dell’attività commerciale.

Auto polizia

Sul posto sono giunti anche gli agenti della Squadra Mobile. Ad allertare le forze dell’ordine i parenti della vittima, preoccupati del fatto che da diverse ore non avevano avuto più sue notizie. Anche gli stessi clienti si erano allarmati, vedendo il salone da parrucchiere “Dream” chiuso. La vittima 33enne, al momento del ritrovamento, giaceva sul pavimento, in posizione prona. Il ritrovamento del cadavere risale a sabato scorso, 29 ottobre.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le indagini

Secondo una prima analisi, pare che sul corpo della vittima non ci sia alcun segno di violenza. Nel frattempo, la Squadra Mobile ha dato il via alle indagini, per ricostruire le ultime ore di vita della vittima e far luce sulla dinamica dei fatti che l’hanno condotta alla morte.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 01-11-2022


Mafia: condannate 91 persone al maxiprocesso di Nebrodi

Meredith Kercher, chi era la studentessa uccisa a Perugia