Il ragazzo scomparso nel padovano è stato trovato morto nel fiume. Si erano perse le tracce dal 21 aprile.

Nel fiume Brenta è stato trovato un corpo che ancora deve essere accertato di tratti di Ahmed. Ma a poca distanza dal corpo è stato trovato il suo cellulare e questo riconduce al quindicenne. Ahmed Jouder era un ragazzo di 15 anni di Mortise in provincia di Padova. Era uscito di casa la sera del 21 aprile e non vedendolo tornare la mamma e la sorella hanno chiamato i carabinieri.

L’allarme per la vita del ragazzo era arrivato dopo gli audio che lui stesso prima di chiudere il telefono aveva inviato all’ex ragazza e a sua sorella. I messaggi del giovane ragazzo facevano intendere che temesse per la sua vita e che si trovasse in pericolo. Gli audio parlavano di questioni in sospeso con alcune persone ed era convinto che sarebbe morto. Questo aveva fatto presupporre che il ragazzo si fosse nascosto allontanandosi volontariamente da casa.

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Proseguono le indagini e non si escludono piste

Le ricerche sono state tempestive su tutto il territorio in cui il ragazzo era solito girare in bici. Gli inquirenti non escludono nessuna pista, nemmeno quella del suicidio. Sia il messaggio alla sorella che il modo in cui ha salutato sua mamma e sua sorella la sera prima di uscire ha destato dei sospetti nella famiglia perché Ahmed non era una persona che esprimeva molto il suo affetto. Quel modo di salutare ad oggi sembra quasi un addio del giovane ragazzo.

I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno individuato il corpo del ragazzo vicino a Torre e Mortise nelle acque del fiume Brenta. Ora proseguono le indagini seguendo le piste dei messaggi inviati dal cellulare di Ahmed, rinvenuto proprio poco lontano dal suo corpo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 26-04-2022


E’ morta Assunta Almirante: era considerata la memoria storica della destra

Il dramma di Stefano Tacconi: l’ex Juve colpito da aneurisma