La moglie dell’uomo aveva contattato le forze dell’ordine segnalando la scomparsa del marito, dato per disperso dopo una serata trascorsa con gli amici.

Ha del clamoroso quanto accaduto in Turchia. Una storia fortunatamente a lieto fine ma che in poco tempo ha fatto il giro della rete. Il caso è quasi surreale. In Turchia un uomo di 50 anni circa, dopo una serata con amici e probabilmente ubriaco e comunque poco lucido, ha preso parte alle ricerche di un disperso, salvo poi scoprire che il disperso in questione era proprio lui!

Green Pass obbligatorio, tutte le regole da rispettare

Turchia, ubriaco partecipa alle ricerche di un disperso. E il disperso era proprio lui, ma non lo sapeva

Stando alla ricostruzione fornita dai media, il cinquantenne ha trascorso la serata in compagnia di amici. A tarda notte la moglie dell’uomo, non avendo notizie del marito e non riuscendo a rintracciarlo, ha deciso di rivolgersi alle forze dell’ordine. Secondo una seconda versione dei fatti, a lanciare gli allarmi sarebbero stati gli amici dell’uomo. Ma la storia non cambia.

La macchina dei soccorsi si è messa subito in moto e sono iniziate le ricerche del soggetto segnalato come disperso. Le ricerche si sono concentrate nel boschetto dove l’uomo era stato avvistato l’ultima volta. In effetti il soggetto, dopo aver bevuto forse qualche bicchiere di troppo, aveva lasciato gli amici e si era recato a fare una passeggiata.

Vigili del fuoco
Vigili del fuoco

Il lieto fine

Non rendendosi conto della situazione ma volendo dare una mano ai soccorritori e alle forze dell’ordine, l’uomo ha preso parte alle ricerche.

La situazione paradossale è andata avanti per diversi ore, quando poi è venuta alla luce la verità. Smaltita la sbronza, l’uomo ha sentito le persone urlare il suo nome e a quel punto ha risposto con un semplice “Sono qui“. Difficili da immaginare le espressioni dei presenti quando si sono resi conto di star cercando una persona che stava partecipando alle ricerche.

Chiariti gli ultimi dettagli e ricostruita la serata, l’uomo è stato riaccompagnato a casa dagli uomini delle forze dell’ordine.

ultimo aggiornamento: 30-09-2021


L’ex sindaco di Riace Mimmo Lucano condannato a 13 anni e 2 mesi. Lui: “Sono morto dentro, non c’è giustizia”

Ragazza di 16 anni morta dopo la somministrazione della seconda dose del vaccino contro il Covid. I punti da chiarire