La corte olandese ha contannato due russi e un ucraino per aver abbattuto il volo Mh17 in Ucraina nel 2014.

Nel 2014 un missile russo Buk colpì il volo Mh17 sui cieli ucraini provocando la morte di 298 persone. L’attacco, secondo le indagini, sarebbe partito da Mosca e lanciato da un campo di Pervomaisk, da parte di filorussi. Oggi, la corte olandese condanna all’ergastolo tre indagati (due russi e uno ucraino), i quali devono pagare 16 milioni di euro più il risarcimento alle famiglie delle vittime.

Tribunale
Tribunale

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La condanna

Dopo 8 anni dall’accaduto, vanno a processo tre sospettati per l’abbattimento del volo malese Mh17 sui cieli dell’Ucraina, avvenuto a luglio del 2014. La corte olandese ha condannato all’ergastolo i cittadini russi Igor Girkin, Sergei Dubinsky e l’ucraino Leonid Kharchenko, processati per aver avuto un ruolo chiave nel caso.

I tre soggetti hanno portato il sistema missilistico di tipo Buk da una base militare in Russia al sito di lancio. E’ stato invece scagionato un quarto indagato per insufficienza di prove: si tratta del cittadino russo, Oleg Pulatov. I tre condannati devono pagare insieme 16 milioni di euro più gli interessi ai parenti delle vittime.

La sentenza dell’Olanda

La corte olandese ha ritenuto che “solo la massima pena è una sentenza appropriata alle conseguenze di tali atti, per cui condanna all’ergastolo i tre imputati”. La sentenza, letta dal giudice Hendrik Steenhuis, ha stabilito che fu proprio un missile russo Buk ad abbattere il volo della Malaysian Airlines Mh17, in cui morirono 298 persone, fra passeggeri e membri dell’equipaggio.

L’inchiesta aveva stabilito all’epoca che l’aereo era stato abbattuto da un missile fornito da Mosca, lanciato da un campo di Pervomaisk, allora controllato dalle milizie filorusse. La tesi è stata accolta nel processo che è stato chiuso oggi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 17-11-2022


E’ morto Franco Leo, il tetraplegico della maratona di New York

Berlusconi e Apicella assolti: si chiude il caso Ruby Ter