Rishi Sunak potrebbe essere il prossimo Prime Minister del Regno Unito dopo le dimissioni di Liz Truss e guidare il governo fino alla fine della legislatura.

Se dovesse essere scelto dai Tories Rishi Sunak come successore di Liz Truss sarebbe il primo premier britannico non bianco. L’ex cancelliere dello Scacchiere potrebbe diventare il prossimo premier. Nel frattempo Boris Johnson annuncia che non correrà per Downing Street. “In questi giorni sono stato travolto da un grande numero di persone che mi hanno suggerito di gareggiare ancora una volta per la leadership del Partito conservatore, cittadini e colleghi in Parlamento” ha detto l’ex premier.

Non è il momento giusto per Bojo. L’ex premier dichiara: “Non puoi governare efficacemente se non hai un partito unito in Parlamento”. Poi aggiunge di essere in contatto con entrambi i candidati, ma ha ammesso che il partito non riesce a trovare un’unità nemmeno nell’interesse nazionale. “Quindi la cosa migliore è che la mia nomina non vada avanti e che io sostenga chiunque vinca. Credo di avere molto da offrire, ma temo che questo non sia il momento giusto” ha dichiarato.

Downing street
Downing street

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il primo ministro non bianco ma forse troppo ricco

Il lizza per Downing Street c’erano sia Rishi Sunak e Penny Mordaunt entrambi preoccupati per la crisi economica. Per Sunak superare le avversità in cui si trova il paese sono la priorità al momento. Oggi sarà ufficialmente eletto dai conservatori. La nomina di Sunak è un segnale tranquillizzante per i mercati finanziari, che si erano messi in allarme dopo la politica economica messa in campo da Liz Truss.

Anche se resta un ultraconservatore discusso chiamato «maharajah dello Yorkshire» molto lontano dal popolo. È sposato con una ricchissima ereditiera indiana che non pagava le tasse in Inghilterra. La loro fortuna è stimata a quasi 800 milioni di sterline, il doppio del re e la regina del Regno Unito.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-10-2022


Allarme deforestazione, gli esperti: “Manca azione urgente” 

Smart working, Zangrillo: “Intendo procedere con il lavoro agile”