Un uomo ha lanciato una torta sopra il quadro della Gioconda di Leonardo da Vinci, situata al museo del Louvre.

Il fatto è accaduto nella giornata di oggi 30 maggio al museo del Louvre, durante la mattinata. Un ragazzo, si è avvicinato all’opera della Gioconda con una sedia a rotelle e ha tirato una torta sul quadro. Poco dopo l’atto vandalico, il ragazzo è stato allontanato dal museo mentre inneggiava alla “salvezza del pianeta”.

Le due assurde vicende si sono svolte sotto gli occhi dei visitatori increduli, presenti nel momento in cui sono accaduti i fatti. L’episodio della torta non è stato ripreso, ma i social network sono saturi di scatti che raffigurano la Gioconda, il famoso quadro di Leonardo da Vinci, completamente ricoperto di panna bianca. Nel mentre, un addetto dell’edificio che ripulisce l’opera.

In alcuni dei video postati, viene ripreso il vandalo mentre viene allontanato con la forza. Quest’ultimo, mentre veniva sbattuto fuori dal museo, continuava a gridare le sue ragioni. Il ragazzo, seduto su una sedia a rotelle – che probabilmente si era procurato prima di compiere l’atto vandalico – indossava una parrucca e continuava ad inneggiare alla “salvezza del pianeta”.

Parigi Louvre
Parigi Louvre

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Gli atti vandalici dell’opera negli anni

Ma non si tratta del primo atto vandalico nei confronti della Gioconda. Nell’anno 2011, una ragazza russa aveva lanciato del tè sopra l’opera, che però non ha subito alcun danno. Anche in questo caso, la bevanda lanciata si è infranta sopra il vetro di protezione che circonda l’opera.

In quanto alla ragazza, durante l’aggressione alla Gioconda si trovava in stato di alterazione. Il suo gesto voleva essere simbolo di ribellione nei confronti delle istituzioni, che non le avevano concesso la nazionalità francese.

Ancora prima, nel 1956, un altro vandalo entrò nel museo del Louvre scagliando dell’acido contro la Gioconda di Leonardo da Vinci. Anche in quel caso, fortunatamente, la famosa opera non subì alcun danno. Un altro attacco ancora fu perpetuato da un uomo che lanciò una pietra contro il quadro, distruggendo il vetro di protezione e deturpando un angolo del quadro. L’attacco con la pietra aveva causato il distacco di un pezzo di pittura ad olio. Per sistemare l’opera ci vollero delle settimane. L’autore del gesto, definito il “lanciatore di pietra” dal quotidiano “Domenica del Corriere”, è un uomo di origine boliviana. Durante l’attacco si trovava in stato confusionale.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-05-2022


Allarme ad alta quota: comandante non risponde

Incidente aereo, nessun superstite