Un uomo di 33 anni è morto in provincia di Cuneo durante una battuta di caccia. Indagini in corso per accertare quanto successo.

BALDISSERO D’ALBA (CUNEO) – Un uomo di 33 anni è morto in provincia di Cuneo durante una battuta di caccia. Secondo quanto riferito da La Repubblica, la tragedia è avvenuta a Baldissero d’Alba ed è stata aperta un’indagine per accertare meglio quanto successo.

I punti da chiarire su questa vicenda sono ancora diversi e per questo motivo è stata aperta un’indagine da parte degli inquirenti per verificare la dinamica e provare a capire eventuali responsabilità della persona che ha esploso questo colpo.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Dramma nel Cuneese, morto un uomo di 33 anni

Il dramma, come detto, è avvenuto nella giornata di sabato 12 febbraio 2022 in provincia di Cuneo. Dalle prime ricostruzioni, l’uomo era impegnato in una battuta di caccia insieme ad un amico quando è stato colpito da un proiettile partito per errore da un terzo cacciatore.

La vittima sarebbe stata scambiata per un cacciatore e per lui non c’è stato niente da fare. Il personale sanitario ha potuto constatare solamente il decesso dell’uomo. E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio la dinamica e cercare di ricostruire quanto successo a Baldissero d’Alba.

Ambulanza
Ambulanza

L’indagine

E’ stata aperta un’indagine per accertare meglio l’accaduto. Dalle prime ricostruzioni, il colpo è partito per sbaglio, ma sono in corso tutti gli approfondimenti del caso. Il cacciatore è già stato ascoltato dagli inquirenti per capire la sua versione.

Una tragedia che ha sconvolto l’intera cittadina di Carmagnola, il paese alle porte di Torino doveva viveva la vittima insieme alla moglie incinta. Il cordoglio è stato immediato e nelle prossime ore saranno diverse le persone che andranno a salutare il 33enne morto durante una battuta di caccia in provincia di Cuneo.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 12-02-2022


A Parigi i manifestanti dei ‘Convogli della libertà’, interviene la polizia

Iss: “Il tasso di mortalità è 23 volte più alto nei non vaccinati rispetto a chi ha la terza dose”