Dossier fermi ma la Camera va in vacanza fino al 7 maggio. Ma il Senato fa peggio…

Vacanze di Pasqua, ponte di diciassette giorni alla Camera e di ventiquattro al Senato. La vecchia e la nuova politica trovano l’accordo.

Il governo del cambiamento (così come la vecchi politica, questa volta pienamente concorde con la maggioranza) fa storcere il naso all’opinione pubblica per la decisione di chiudere le porte di Camera e Senato fino al prossimo sette maggio.

Approfittando della Pasqua, del 25 aprile e del 1 maggio, senatori e deputati hanno deciso di prendersi un lungo periodo di riflessione per riprendersi dai mesi di battaglie parlamentari.

Vacanze di Pasqua e ponte, la Camera chiusa fino a fine aprile con la possibilità di diciassette giorni di riposo

Alla Camera non sono previsti impegni dal 19 aprile al 9 maggio a eccezione di una parentesi proprio a fine aprile, quando è previsto un dibattito (con votazione) che costringerà qualcuno a ritorno a lavoro il 29 e il 30 aprile, mandando in frantumi i sogni di una lunghissima vacanza, che sarà quindi solo lunga.

Secondo le stime del Corriere della Sera, per i parlamentari della Camera si prospetta un ponte di diciassette giorni.

Camera dei deputati
Fonte foto: https://www.facebook.com/Cameradeideputati

Ventiquattro giorni di festa per i senatori

Ma al peggio non c’è limite. Basta guardare al Senato, dove si è optato per un morigerato ponte di ventiquattro giorni di ferie a eccezione delle persone che dovranno prendere parte al voto sopra indicato. In Senato non sono comunque previste sedute fino al 13 maggio, acnhe se dal 6 al 10 dello stesso mese sono in programma i lavori delle commissioni.

ultimo aggiornamento: 21-04-2019

X