Snami Molise ha rifiutato – con decisione unanime – di firmare l’accordo Arsem per la campagna sul vaccino antinfluenzale.

Il Sindacato Nazionale Autonomo Medici italiani ha deciso che – al contrario di tutte le altre sigle – non firmerà l’accorso con l’Asrem per la campagna sul vaccino antinfluenzale. Nonostante ciò, la Snam ha comunque garantito che i suoi iscritti assicureranno il servizio ai propri assistiti.

Il motivo di questa scelta? Secondo Snami «La proposta Asrem penalizza tutti i medici di base, ma garantiremo comunque il servizio ai nostri pazienti». La proposta Asrem sarebbe «assolutamente mortificante». Inoltre «penalizza tutti i medici di famiglia in modo inaccettabile».

Vaccino

Sono queste le motivazioni per cui il sindacato Snami si rifiuta di firmare l’accordo. Durante la giornata di mercoledì 12 ottobre, lo Snami Molise ha annunciato lo svolgimento della riunione del Comitato aziendale per la medicina generale.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il rifiuto di Snami: “Assolutamente mortificante la proposta”

Durante la riunione, tra i punti discussi anche quello sull’accordo della campagna vaccinale antinfluenzale 2022/2023. Dal sindacato spiegano: “In considerazione del pluriennale impegno messo in campo dai medici di assistenza primaria nel sostenere e praticare la campagna vaccinale anti-influenzale e quella anti-pneumococcica e dell’aumento del carico e degli oneri di lavoro derivanti dalle problematiche legate allo stato di emergenza degli ultimi tre anni (acquisto di dispositivi di protezione individuale, sanificazione, aumento iperbolico dei costi di gestione ed energetici), Snami ritiene assolutamente mortificante la proposta che l’azienda sanitaria ha avanzato durante il comitato”.

Sulla base di queste asserzioni, Snami Molise ha deciso durante una riunione in assise regionale, di non firmare l’accordo. “Ignorando completamente le richieste da noi avanzate, penalizza tutti i medici di famiglia in modo inaccettabile. Garantiremo comunque la vaccinazione dei nostri pazienti, come sempre fatto, nell’ottica della promozione della salute pubblica e dell’attività di profilassi e prevenzione, rivendicando orgogliosamente il dissenso a siglare contratti tanto mortificanti”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 18-10-2022


Nursing Up, De Palma: “In primo piano per difendere sanità” 

Nord Stream, scoperta la causa delle falle: la notizia è scioccante