Covid, il vaccino di nuova generazione potrebbe essere spray o in pastiglie. Questo renderebbe la vaccinazione più semplice e veloce.

Ad Oxford si lavora già ai vaccini di nuova generazione allo scopo di superare gli aghi delle siringhe, che senza ombra di dubbio possono avere un effetto scoraggiante spingendo molte persone a non vaccinarsi. L’idea è quindi quella trovare una via più amichevole per procedere con la somministrazione del vaccino contro il Covid, e le piste battute dagli studiosi sono due: spray e pastiglie.

Spray e pastiglie, ecco come potrebbe essere il vaccino contro il Covid di ultima generazione

Il team di studiosi di Oxford è al lavoro sulla nuova generazione di vaccini e potrebbe superare l’ostacolo, per molti insormontabile, degli aghi delle siringhe, che in qualche modo scoraggiano le persone. Non tutte ovviamente, ma sarebbe miope non prendere in considerazione le persone che hanno problemi con le iniezioni e i prelievi.

L’idea in cantiere è quella di procedere con la somministrazione del vaccino contro il Covid attraverso uno spray nasale, come quelli usati per il raffreddore, per intenderci, o attraverso pastiglie da ingerire, come quelle usate per il mal di testa, ad esempio. Due vie sicuramente meno traumatiche rispetto alla somministrazione attraverso iniezione.

Vaccino coronavirus
Vaccino coronavirus

Una somministrazione più facile e veloce

Ovviamente la nuova forma del vaccino renderebbe molto più semplice e rapida la somministrazione delle dosi, e questo potrebbe portare ad una considerevole accelerazione della campagna di vaccinazione, che a quel punto non sarebbe strettamente legata alla disponibilità di personale specializzato. E non è tutto. In questo modo potrebbero essere superati anche i problemi legati alla conservazione delle dosi, che ad oggi richiedono una catena logistica complessa e macchinosa.

Un vaccino più efficace contro il Covid

I lavori per la creazione di un vaccino-spray, almeno per quanto riguarda il team di Oxford, sono iniziati già alla fine del 2020 . Una delle idee alla base dei lavori è che la somministrazione spray potrebbe essere più efficace di quella tradizionale. Lo spray infatti manderebbe il vaccino direttamente nei polmoni passando per le vie respiratorie.

TAG:
vaccino coronavirus

ultimo aggiornamento: 26-02-2021


Usa, morto suicida l’ex coach olimpico John Geddert. Era accusato di abusi

Coronavirus in Italia, la mappa delle zone rosse locali e delle zone in arancione scuro