Una bambina di 4 anni risulta positiva al vaiolo delle scimmie. Succede a Pforzheim, a sud-ovest della Germania.

A comunicarlo, il Robert Koch Institute (Rki), l’ente nazionale per la prevenzione e il controllo delle malattie.

La bambina vive in una famiglia con due adulti infettati e non è entrata in contatto con nessuno, eccetto appunto con i parenti. Attualmente non accusa nessun sintomo. La bimba è stata visitata da un medico, in via precauzionale, oltre che essere sottoposta a un tampone alla gola, risultato positivo.

In Germania, sarebbero stati segnalati all’Rki, circa 2.916 casi di virus delle scimmie, nel giro di soli 3 mesi. Quasi tutti i contagiati sono maschi; le femmine sarebbero solo 7.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Il quadro in Germania

“Secondo le conoscenze attuali, per la trasmissione dell’agente patogeno è necessario un contatto stretto”, dichiara l’Rki, specificando che nell’arco di questa epidemia, la trasmissione si starebbe sviluppando entro i quadri dell’attività sessuale e che “la maggior parte delle persone infettate non si ammala gravemente”.

Coronavirus Covid

Stando al bollettino odierno, in Italia i casi confermati sarebbero 599. Di questi 169 sono legati a viaggi all’estero. L’età media dei contagiati è di 37 anni. La quasi totalità dei contagi riguarda uomini (590), solo 9 le donne.

La regione con il più alto numero di casi confermati, sarebbe la Lombardia che ne palesa 265, seguita da Lazio (114), Emilia Romagna (65), Veneto (42), Toscana (25), Piemonte (22), Campania (18), Liguria e Puglia (12), Friuli Venezia Giulia (11). Sono 5, le regioni che non hanno segnalato nessuna infezione da Monkeypox virus (Basilicata, Calabria, Molise, Umbria e Valle d’Aosta). Il resto, incluse le province autonome di Bolzano e di Trento, presenta meno di 10 contagi.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 09-08-2022


La Russia brucia il gas europeo

Piogge in Corea del Sud: Seoul allagata