Vaiolo delle scimmie alias monkeypox, si classifica come emergenza sanitaria. Questa la dichiarazione dell’Organizzazione mondiale Sanità.

L’Organizzazione mondiale della Sanità avrebbe lanciato il massimo livello di allerta, al fine di arginare l’esplosione di contagi del virus, che ha colpito ad oggi circa 17mila persone in ben 74 Paesi del mondo.

Tedros Adhanom Ghebreyesus, direttore dell’Oms, ha annunciato: “Ho deciso di dichiarare un’emergenza di salute pubblica di portata internazionale. In particolare, il rischio è soprattutto alto in Europa, dove i casi sono oltre 10mila secondo l’ultimo aggiornamento dell’Ecdc, mentre nel resto del mondo è moderato”.

Attualmente pare ci siano altre due emergenze sanitarie cugine del vaiolo: l’ormai famoso Coronvirus e la poliomelite. Tedros ha dichiarato di essersi risolto per tale manovra, nel tentativo di incentivare lo sviluppo delle campagne vaccinali, oltre che l’attuazione di azioni preventive finalizzate ad arginare il virus.

Coronavirus Covid

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le prime indagini

Dalle prime indagini di natura macroscopica, parrebbe che i casi attualmente confermati sono concentrati tra gli uomini che hanno avuto rapporti sessuali con altri uomini, in particolare quelli con più partner sessuali, e che i paesi coinvolti dovrebbero concentrarsi su misure che tutelino la loro salute, i diritti umani e la dignità. Tedros ha aggiunto: “Lo stigma e la discriminazione possono essere pericolosi come qualsiasi virus”.

Il twitt di Lawrence Gostin, professore di diritto sanitario americano e direttore del Centro per il diritto sanitario dell’Oms: “Il vaiolo delle scimmie è fuori controllo, non c’è motivo legale, scientifico o sanitario per non dichiarare un’emergenza sanitaria pubblica di interesse internazionale”, la dichiarazione di Lawrence risalente a venerdì scorso, sembrerebbe in qualche modo aver preannunciato la decisione comunicata da Tedros.

In Italia ad oggi si contano oltre 380 casi, mentre i Paesi dove questi hanno superato quota duemila, sono Spagna (2835), Regno Unito (2115) e Germania (2033).

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 24-07-2022


Missili russi sul porto di Odessa

Scontro tra barche all’Argentario: un morto, un disperso e 4 feriti