Coronavirus, l’orientamento del Cts sulla scuola: no alla mascherina quando si è seduti al banco e possibile revisione dei limiti di capienza dei mezzi di trasporto.

Coronavirus, il nuovo orientamento del Cts sulla scuola. Gli alunni potrebbero togliere la mascherina quando sono seduti al banco a distanza di almeno un metro l’uno dall’altro. Potrebbe essere questo il punto di caduta al termine della trattativa – non ancora conclusa – tra Governo, Regioni e Comitato Tecnico Scientifico, che rappresenta solo uno dei nodi ancora da sciogliere in vista della ripresa della scuola.

Scuola, il nuovo orientamento del Comitato Tecnico Scientifico

Il Comitato Tecnico Scientifico è tornato a riunirsi per confrontarsi sui problemi legati alla ripresa della scuola. I grandi temi sono due: la mascherina in classe e il trasporto pubblico locale.

Molti presidenti delle Regioni chiedono che venga rivisto l’obbligo di indossare la mascherina in classe e che vengano rivisti al rialzo i limiti di capienza del trasporto pubblico.

Nel confronto con le Regioni Speranza ha fatto sapere di essere intenzionato a seguire le indicazioni del Cts, che quindi si ritrova col la patata bollente tra le mani.

Scuola

No alla mascherina quando si è seduti al banco

L’orientamento del Comitato Tecnico Scientifico potrebbe essere mutato rispetto alle posizioni di partenza. Gli esperti potrebbero consentire ai ragazzi di togliere la mascherina quando sono seduti al banco e potrebbe dare il via libera al nuovo limite di capienza dei mezzi di trasporto a patto che il servizio venga implementato.

Sempre per quanto riguarda le mascherine una novità potrebbe arrivare anche sull’età. Il dispositivo di protezione individuale potrebbe diventare obbligatorio dai 12 anni in poi. In questo modo l’intero ciclo delle elementari sarebbe esonerato.

Scarica QUI il Decreto Agosto.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro


Coronavirus, si cercano 3.000 persone (circa) passate per il Billionaire nella settimana di Ferragosto

Correlazione tra terremoti e anidride carbonica nelle falde, i risultati di uno studio