La presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ribadisce l’efficacia delle sanzioni europee nei confronti della Russia.

Le sanzioni europee nei confronti della Russia sono ormai al sesto pacchetto. L’Ue non sembra volersi fermare, e la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, ha ribadito l’efficacia delle sanzioni nei confronti dell’economia russa. Ma è tutta propaganda o le sanzioni sono veramente utili a fermare Putin?

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Le parole della presidente della Commissione europea

I pacchetti di sanzioni da parte dell’Unione europea alla Russia stanno “mordendo duramente” l’economia della Russia e stanno “distruggendo davvero le basi finanziarie di Putin”. Questo è quanto dichiarato da Ursula von der Leyen, durante la conferenza stampa in seguito al vertice Ue.

“Due terzi del petrolio importato in Ue è via mare e un terzo è tramite l’oleodotto, ovvero mediante il Druzhba che serve Ungheria, Germania e Polonia. Dato che abbiamo chiari impegni da Germania e Polonia sullo stop dell’acquisto del petrolio russo entro l’anno, vuol dire che lo stop riguarderà il 90% del petrolio russo entro fine anno. Questo è quanto emerso, in merito al gas russo, dalle parole di Ursula von der Leyen. La presidente ha ribadito inoltre che, “in caso di un’interruzione completa dei flussi di gas dalla Russia, il gas potrà effettivamente fluire ovunque sia necessario in Europa”. Le riserve europee di gas sono, in ogni caso, “attualmente al 41%” rispetto alle capacità di stoccaggio totali.

Ursula von der Leyen
Ursula von der Leyen

In merito alla situazione ucraina, la presidente della Commissione Ue ha dichiarato quanto segue. “Ci attende un lavoro colossale per la ricostruzione dell’Ucraina. Penso sia molto importante che siamo davvero ben organizzati su questo”. Queste le parole della presidente della Commissione europea, che ha affermato la necessità di discutere la “proposta della Commissione di creare una piattaforma dove possiamo condividere tutte le iniziative internazionali per essere chiari sulla direzione della ricostruzione ucraina, la quale passa da “investimenti che vanno di pari passo con le riforme, su questo dobbiamo essere chiari”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

Guerra in Ucraina

ultimo aggiornamento: 31-05-2022


Letta se la prende con Salvini: “Dia risposte su suoi legami con la Russia”

L’Ucraina è rimasta senza sale, l’allarme dell’economista