Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha dichiarato domenica che se il suo paese fosse stato ammesso prima nell’alleanza dell’Organizzazione del Trattato del Nord Atlantico, la Russia non avrebbe invaso il paese.

“Se fossimo stati membri della NATO, non sarebbe iniziata una guerra. Mi piacerebbe ricevere garanzie di sicurezza per il mio paese, per la mia gente”, ha detto Zelensky a Fareed Zakaria della CNN su “GPS”, aggiungendo di essere grato per l’aiuto che la NATO ha fornito dall’inizio dell’invasione. “Se i membri della NATO sono pronti a vederci nell’alleanza, allora lo facciano immediatamente perché le persone muoiono ogni giorno”.

“Se i membri della Nato fossero pronti a vederci nell’alleanza, allora dovrebbero farlo immediatamente perché qui la gente sta morendo ogni giorno”, ha aggiunto.

Tuttavia, la scorsa settimana, Zelensky ha lasciato il suo accenno più chiaro che non si aspetta che il suo paese aderisca alla NATO in tempi brevi.

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

La Nato è stata creata nel 1949

La NATO, un’alleanza per la sicurezza attualmente composta da 30 nazioni nordamericane ed europee, è stata creata nel 1949 in risposta all’inizio della Guerra Fredda. Il suo scopo originale era quello di proteggere l’Occidente dalla minaccia rappresentata dall’Unione Sovietica.Dalla fine della Guerra Fredda, molti ex stati satellite sovietici e tre ex repubbliche sovietiche hanno aderito alla NATO, il che significa che la Russia ora condivide un confine terrestre con la più grande alleanza militare del mondo.

Zelensky: ‘Sono pronto per i negoziati’ con Putin, ma se falliscono potrebbe significare ‘una terza guerra mondiale’

Volodymyr Zelensky ha detto domenica di essere pronto per i negoziati” con il presidente russo Vladimir Putin , ma ha avvertito che se falliscono “significherebbe che questa è una terza guerra mondiale”.”Sono pronto per i negoziati con lui. Ero pronto negli ultimi due anni. E penso che senza negoziati non possiamo porre fine a questa guerra”, ha detto a Fareed Zakaria della CNN.

Volodymyr Zelensky
Volodymyr Zelensky

Si rischia la terza guerra mondiale

“Penso che dobbiamo usare qualsiasi formato, qualsiasi possibilità per avere la possibilità di negoziare, la possibilità di parlare con Putin. Ma se questi tentativi falliscono, ciò significherebbe che questa è una terza guerra mondiale”, ha aggiunto.

Zelensky ha sollecitato ulteriori negoziati negli ultimi giorni mentre l’invasione russa dell’Ucraina si avvicina alla sua quarta settimana. In un videomessaggio pubblicato sabato, ha chiesto colloqui “senza indugio”, avvertendo che altrimenti le perdite della Russia sarebbero “enormi”.

“Abbiamo sempre insistito sui negoziati. Abbiamo sempre offerto il dialogo, offerto soluzioni per la pace”, ha affermato. “E voglio che tutti mi ascoltino ora, specialmente a Mosca. È tempo di incontrarsi. È tempo di parlare. È tempo di ripristinare l’integrità territoriale e la giustizia per l’Ucraina”.Zelensky ha precedentemente affermato che le sue priorità nei colloqui sono chiare: “La fine della guerra, garanzie di sicurezza, sovranità, ripristino dell’integrità territoriale, garanzie reali per il nostro Paese, protezione reale per il nostro Paese”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 20-03-2022


Ucraina e Russia avanzano sui negoziati ?

I Politici e i VIP Russi a favore della guerra.