Mark Zuckerberg annuncia una riorganizzazione dei team di Meta: riduzione dei budget e tagli del personale.

A causa dell’attuale crisi economica, anche Meta punta ufficialmente al ridimensionamento aziendale. Zuckerberg ha annunciato durante una riunione che ci saranno tagli sul personale e riduzioni del budget. Molte sono le aziende che hanno deciso di riorganizzare il loro sistema di lavoro: anche Twitter, Google e Snap hanno optato per la stessa decisione durante l’anno.

Marc Zuckerberg
Marc Zuckerberg

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Riassetto di Meta

Durante una comunicazione ai dipendenti, il Ceo e co-fondatore di Facebook (ora Meta) Mark Zuckerberg annuncia la riorganizzazione dell’assetto lavorativo. Ci sarà il blocco delle assunzioni e la ristrutturazione di alcuni team che porterà ad inevitabili tagli del personale. In questo modo Meta sarà probabilmente più piccola nel 2023.

Zuckerberg spiega che che l’azienda ridurrà i budget per la maggior parte dei team, anche quelli nei settori in crescita. “Avevo sperato che l’economia si sarebbe stabilizzata ma da quello che stiamo vedendo non sembra ancora che lo sia, quindi vogliamo pianificare in modo un po’ prudente.

Gestione dei costi

Con l’annuncio sui social di un nuovo arrivo in famiglia, Mark parla dei problemi economici che hanno portato alla decisione. Nei primi 18 anni l’azienda ha vissuto un’enorme crescita di anno in anno, ma l’insorgere delle criticità a livello economico anche le entrate dell’azienda hanno iniziato ad appiattirsi. Oggi Meta per la prima volta sta subendo un calo finanziario.

Meta contava più di 83.500 dipendenti al 30 giugno e ha aggiunto 5.700 nuove assunzioni nel secondo trimestre. All’inizio di quest’anno era già in progetto un cambio aziendale in tema di assunzioni, e Zuckerberg aveva rinviato agli stagisti estivi la distribuzione di lavori a tempo pieno. Dopo l’avvertimento di luglio di ridurre la crescita del personale, oggi Meta si trova ufficialmente davanti un riassetto dell’azienda. Le priorità interne includono Reels (il concorrente TikTok di Meta) e il Metaverso

Anche Twitter punta al ridimensionamento con la motivazione della crisi economica: anche Twitter ha annunciato il blocco delle assunzioni a maggio chiedendo ai dipendenti di tenere d’occhio le loro spese e ridurre i costi di viaggio e marketing. Il gigante Google, invece, dichiara che avrebbe rallentato le assunzioni durante la seconda metà dell’anno, mentre ad agosto Snap (dell’app Snapchat) ha tagliato il 20% della sua forza lavoro.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 30-09-2022


Licenziata Nunzia Schilirò, la poliziotta simbolo dei no green pass

Regioni annesse alla Russia: perché sono così importanti?