Nella manifestazione di domani a Firenze, ci sarà un collegamento video con il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky.

Il presidente ucraino Zelensky è una delle persone più stimate del mondo, in questo momento. Il modo in cui sta reagendo all’offensiva russa in Ucraina è encomiabile, con la sua resistenza strenua che sta motivando tutta la nazione a non mollare contro Putin. Non è facile per Zelensky, che deve fronteggiare un nemico dall’esercito considerevolmente più armato, numeroso ed organizzato del suo. Eppure, il presidente dell’Ucraina resiste stoicamente, e con lui il suo popolo.

Domani, a Firenze, si terrà una manifestazione per la pace. Nel periodo che stiamo vivendo, estremamente drammatico e complicato, augurare la pace è un gesto di forza, nonché l’unico gesto che abbia senso, oltre a fornire aiuti concreti nei confronti del popolo ucraino. In quest’occasione, ovvero nella manifestazione che si terrà domani in Piazza Santa Croce, vi sarà l’allestimento di un maxischermo in modo da avere il presidente Zelensky in collegamento video direttamente dall’Ucraina.

Si prevede inoltre un collegamento video con Vitalij Klyeko, il sindaco di Kiev. Vi è un’attesa di migliaia di persone per la manifestazione che si terrà domani. Il sindaco di Firenze, Dario Nardella, ha lanciato l’idea assieme all’associazione Eurocities, associazione dei sindaci europei della quale Nardella è presidente.

Volodymyr Zelensky
Volodymyr Zelensky

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

A Firenze si manifesta anche oggi per la pace

Oltre alla manifestazione di domani in Piazza Santa Croce, oggi si terrà alle 17:30 una manifestazione in Piazza Santissima Annunziata. Questa la nota della Cgil, che parteciperà ad entrambi gli eventi. “La Camera del Lavoro Metropolitana-Cgil di Firenze continua il suo impegno per la pace in Ucraina e per un nuovo equilibrio internazionale fondato sulla coesistenza pacifica. Condanniamo fermamente l’aggressione della Russia all’Ucraina, che porta morte, distruzione e sofferenze alla popolazione civile, e che non può trovare giustificazione alcuna. Siamo al fianco di quanti in Russia stanno protestando contro la guerra e pagano con migliaia di arresti”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 11-03-2022


Mario Barbagallo eletto membro del Consiglio superiore di Sanità

Crisi del gas, temperatura massima ridotta per i termosifoni?