La scoperta dell’America avviene il 12 ottobre 1492. Il navigatore italiano Cristoforo Colombo, partito per le Indie, “tocca” il Nuovo Continente.

Il 12 ottobre 1492 è la data della scoperta dell’America. Il protagonista è stato Cristoforo Colombo.

La partenza

Il navigatore genovese aveva tentato di farsi finanziare dal sovrano portoghese ma senza successo. Andò decisamente meglio presso la monarchia spagnola: la Regina di Castiglia Isabella approvò la causa del navigatore genovese.
Così, il 3 agosto 1492 dal porto di Palos de la Frontera, in Andalusia, salparono tre caravelle: la Santa Maria, la Pinta e la Nina. La Santa Maria stazzava 150 tonnellate e, in qualità di nave ammiraglia, era capitanata dallo stesso Colombo.

Verso le Indie

La spedizione puntò verso le Canarie ma un problema alla Pinta rallentò l’avanzata. Il 6 settembre, sospinta dagli alisei, la carovana riprese speditamente. Il 16 settembre si attraversò il Mar dei Sargassi. Il 6 ottobre Cristoforo Colombo registrò di aver percorso 3652 miglia, già cento in più di quante ne aveva previste, e decide di virare rotta, verso sud-ovest. L’equipaggio iniziò a rassegnarsi e ci fu un principio di ammutinamento. L’11 ottobre furono ripescati alcuni oggetti che fecero ben sperare circa la presenza vicina di terre emerse.

La scoperta dell’America

L’11 ottobre, in lontananza, Cristoforo Colombo avvistò una luce. E alle due di notte del 12 ottobre 1492, Rodrigo de Triana scorse distintamente la costa. Le tre caravelle trovarono un varco nella barriera corallina e sbarcarono su un’isola locale che Colombo ribattezzò Isola di San Salvador. Ancora ignaro di aver scoperto l’America

https://www.youtube.com/watch?v=b31aGUoE30E&ab_channel=dangelosante.info

Coronavirus, online la nuova autocertificazione

TAG:
12 ottobre 1492 cristoforo colombo Indie scoperta dell'America

ultimo aggiornamento: 12-10-2020


Torino, alle Molinette intervento salvavita a cuore battente

Cosa si intende per attività motoria?