Udinese-Milan, vittoria di classe dei rossoneri del 28 gennaio 1996

Nel campionato 1995/96, i rossoneri di Capello ritornano a dominare il campionato. Il 28 gennaio 1996 c’è Udinese-Milan: i gol di Maldini e Boban tengono la Juventus a distanza.

Il Milan di Fabio Capello, dominatore di tre campionati di fila, lascia il passo alla Juventus nel 1995. I rossoneri, guidati ancora dal tecnico di Pieris, puntano a tornare a vincere il Tricolore già nella stagione 1995/96. Per farlo, Berlusconi decide di mettere mano al portafoglio portando a Milanello George Weah e Roberto Baggio, per un attacco stellare. La difesa è sempre di ferro, guidata da capitan Baresi, mentre a centrocampo il duo Albertini-Desailly assicura interdizione e costruzione.

Subito in fuga

Come spesso avviene, la formazione di Capello ha una partenza notevole con le vittorie in serie ai danni di Padova, Udinese, Roma e Atalanta. Lo stop di Bari viene presto superato grazie al successo nel match-scudetto contro la Juventus. La marcia dei rossoneri è inarrestabile e arriva così il titolo di inverno. Tra vittorie e pareggi, il Diavolo non perde mai e muove sempre la classifica. Alla 19/a giornata, la seconda del girone di ritorno, il Milan è di scena sul campo dell’Udinese.

Boban Milan
Zvonimir Boban, in azione con la maglia del Milan (Fonte foto: wikipedia.org)

28 gennaio 1996, Udinese-Milan

Dopo la vittoria sul Padova, i rossoneri vanno al “Friuli”. Il 28 gennaio si gioca quindi Udinese-Milan. Le formazioni in campo:
UDINESE: Battistini, Helveg, Calori, Bia, Kozminski, Ametrano, Rossitto, Desideri, Stroppa, Bierhoff, Poggi – All.: Zaccheroni
MILAN: Rossi, Panucci, Maldini, Eranio, Costacurta, Desailly, Donadoni, Boban, Simone, Savicevic, Baggio – All.: Capello

La classe rossonera

I bianconeri di Zaccheroni scendono in campo con Bierhoff e Poggi in attacco e l’ex Stroppa a centrocampo. Capello opta per interpreti offensivi: Simone riferimento e i vari Baggio, Savicevic e Boban alle spalle. La gara si sblocca in favore del Milan sul finire della prima frazione di gioco: Baggio batte un calcio d’angolo, Battistini esce ma fa rimpallare la sfera sul corpo di Maldini, il quale è lesto a insaccare di destro a porta sguarnita. Nella ripresa, poi, i rossoneri chiudono i conti allo scoccare dell’ora di gioco: Savicevic dribbla e passa a Baggio, assist di prima per l’inserimento di Boban; portiere saltato e pallone in rete. E il Milan continua la marcia verso lo scudetto…

ultimo aggiornamento: 02-11-2018

X