22 marzo, il Milan batte la Juventus: l’antipasto della finale di Champions League

Il 22 marzo 2003 si gioca Milan-Juventus. I rossoneri piegano i bianconeri grazie alle reti di Shevchenko e Inzaghi.

Nell’estate del 2002, il Milan opera un mercato importantissimo che va a completare una rosa che annovera già elementi del calibro di Shevchenko, Inzaghi, Rui Costa e compagnia. In difesa arriva il capitano della Lazio Nesta per andare a formare con Maldini una coppia stratosferica. A centrocampo il grande colpo è l’olandese Seedorf, preso dall’Inter per mezzo di uno scambio con Coco. In attacco l’ex Pallone d’oro Rivaldo si è svincolato dal Barcellona.

La svolta tattica di Carletto

Il tecnico rossonero, Carlo Ancelotti, disegna un undici tecnico e spettacolare, con tanti fantasisti contemporaneamente in campo. Il Milan guadagna la testa della classifica, vince i due gironi di Champions e viaggia verso la finale di Coppa Italia.

“Preferisco la Coppa”…

All’inizio del girone di ritorno, tuttavia, il Milan perde diversi punti, a favore della Juventus e dell’Inter. Maldini e compagni, pertanto, si concentrano sulle coppe.

http://www.sportevai.it/calcio/milan-juve-che-finali-dalla-champions-alla-supercoppa-storia-infinita.html

22 marzo, la sfida ai bianconeri

Il 22 marzo 2003, a San Siro, si gioca Milan-Juventus. I rossoneri vogliono comunque regalare una grande prestazione al pubblico di casa. Queste le formazioni in campo a San Siro:
MILAN: Dida, Simic, Nesta, Costacurta, Maldini, Rui Costa, Gattuso, Pirlo, Seedorf, Shevchenko, Inzaghi.
JUVENTUS: Buffon, Thuram, Ferrara, Montero, Zambrotta, Tudor, Tacchinardi, Camoranesi, Davids, Nedved, Zalayeta.

Antipasto di Manchester

Dopo appena 4 minuti il risultato è già sbloccato: Shevchenko scatta sul filo del fuorigioco, calcia, si avventa sulla respinta e mette in rete dopo aver eluso l’intervento di Buffon. Il pareggio dei bianconeri è immediato: Nedved calcia una punizione che inganna Dida e il pallone si insacca. Il Milan non ci sta e prima della mezzora torna nuovamente in vantaggio: Pirlo lancia Inzaghi, il quale controlla e riesce a far passare il pallone sotto le gambe del portiere avversario per il gol decisivo.

https://www.youtube.com/watch?v=n4uW9czIk3w

ultimo aggiornamento: 22-03-2019

X