Camera: Intervento del premier Draghi in vista del Consiglio Ue.

Il presidente del Consiglio, Mario Draghi oggi alle 9 è intervenuto alla Camera dei deputati in vista della riunione del Consiglio europeo del 24 e 25 marzo. p.v. Alle 15.30 sarà al Senato della Repubblica. Ma ad accoglierlo, in ritardo, moltissime assenze. La maggior parte degli assenti sono grillini. I malumori che avevano agitato il Movimento per il collegamento di Zelensky si sono protratti anche in vista delle comunicazioni del presidente del Consiglio.

Non so se vuol dire qualcosa ma M5S assente in aula per le comunicazioni di Draghi”, twitta infatti il deputato della Lega Claudio Borghi, postando una foto dei banchi M5S semi-deserti. “Alle 9 – spiega all’Adnkronos una fonte grillina alla Camera – quando Draghi ha iniziato a parlare, i nostri presenti erano una decina… Intorno alle 10 eravamo una ventina di persone”. I vertici del gruppo hanno inviato messaggi ai parlamentari assenti per esortarli a palesarsi in Aula davanti al premier.

Camera dei Deputati Parlamento
Camera dei Deputati Parlamento

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Ue scongiura l’alleanza tra Pechino e Mosca e lavora per la pace

Il premier Draghi ha iniziato il suo discorso ribadendo il sostegno dell’Italia all’Ucraina e alla sua entrata in Ue. “Il disegno di Vladimir Putin è guadagnare terreno. Non dobbiamo commettere l’errore di avallare una contrapposizione tra Occidente e Mosca in uno scontro di civiltà. La comunità euroatlantica ribadirà il sostegno all’Ucraina per la pace e la democrazia. L’Italia sostiene il percorso dell’ingresso in Ue dell’Ucraina. È un processo lungo e l’Unione ha già avviato la procedura. L’Italia è al fianco di Kiev” ribatte nuovamente Draghi come aveva detto a Zelensky ieri.

La preoccupazione maggiore per Draghi, come per gli altri leader occidentali è un connubio rosso tra Mosca e Pechino. Proprio quello che l’Occidente sta cercando di fare è impedire che la Cina aiuti la Russia in questa guerra. “L’Ue sia compatta nel mantenere spazi di dialogo con Pechino, dobbiamo ribadire l’aspettativa che Pechino si astenga da un supporto a Mosca e sostenga lo sforzo di pace”, ha detto Draghi. “La Cina ricopre un ruolo di grande influenza nelle dinamiche geopolitiche e di sicurezza globali” ha sottolineato il premier in vista del vertice Ue-Cina il 1aprile. Questo sforzo di pace diplomatico è lo stesso ribadito da Biden a colloquio con Xi Jinping.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

ultimo aggiornamento: 23-03-2022


Biden impone nuove sanzioni ai membri della Duma

L’Europa dà il via libera agli aiuti per le imprese colpite dalla crisi