Il 28 giugno 1958, a Solna, si gioca la finale della Coppa del Mondo. Difronte Svezia e Brasile. Apre Liedholm, poi si scatenano Vavá e Pelé. Il finale è 5 a 2 per i verdeoro.

Il campionato del Mondo del 1958 si disputa in Svezia. La gara d’esordio è dei padroni di casa che regolano il Messico con un netto 3 a 0. Poi tocca ai campioni in carica della Germania Ovest (3-1 all’Argentina). La Francia del capocannoniere Fontaine e la Jugoslavia si qualificano ai quarti, come il Brasile. La formazione di Feola è molto interessante e primeggia in un girone difficile con Urss, Inghilterra e Austria.

Verso la finale

Nella fase a eliminazione diretta, la Francia travolge l’Irlanda del Nord, la Svezia supera l’Urss, la Germania Ovest regola la Jugoslavia mentre il Brasile ha la meglio sul Galles grazie al gol della giovane stella Pelé. Le semifinali sono spettacolari: la Svezia strappa il pass per la finale dopo il 3 a 1 alla Germania Ovest; il Brasile dello scatenato Pelé (tripletta) schianta la Francia per 5 a 2.

28 giugno 1958, Svezia-Brasile

Il 28 giugno 1958, al Rasundastadion di Solna, Svezia e Brasile si sfidano per la conquista della Coppa Rimet: scandinavi in maglia gialla, sudamericani in maglia azzurra. I padroni di casa aprono le marcature dopo appena 4 minuti con Liedholm, il quale dribbla due avversari e segna. I brasiliani pareggiano immediatamente con Vavá su assist di Pelé; poi l’attaccante del Vasco fa doppietta sul cross di Garrincha. Nella ripresa sale in cattedra Pelé: il neanche 18enne del Santos segna una doppietta; il terzo gol è siglato dopo un sombrero a un avversario! Va in gol anche Zagallo, Simonsson chiude al 90′ con un colpo di testa. Il finale è di 5 a 2 per il Brasile che vince per la prima volta il Mondiale, otto anni dopo il “Maracanazo”.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
28 giugno 1958 Brasile Coppa del Mondo Pelè svezia Tutto Calcio

ultimo aggiornamento: 28-06-2018


Mondiali Russia 2018, Panama-Tunisia: le probabili formazioni

Rocco Commisso: “Voglio fare tornare il Milan ai massimi splendori”