Il 30 luglio 1930, a Montevideo, si gioca Uruguay-Argentina, valida per la finale del primo Mondiale di calcio. I padroni di casa si impongono 4 a 2.

La prima edizione del Mondiale di calcio fu giocata in Uruguay nel 1930. Il progetto, fortemente voluto da Jules Rimet, presidente della Fifa, si concretizzò due anni prima, quando diversi Paesi presentarono la propria candidatura. L’anno successivo, a Barcellona, prevalse il Paese sudamericano, che avrebbe così organizzato l’evento nel centenario dell’indipendenza.

Le nazionali partecipanti

Al primo Mondiale parteciparono 13 formazioni: Uruguay, Argentina, Cile, Brasile, Paraguay, Bolivia, Perù, Messico, Stati Uniti, Francia, Belgio, Jugoslavia e Romania. Altre nazionali, quali l’Italia, boicottarono la manifestazione.

La finalissima

Il 30 luglio 1930, come da previsione, allo stadio del Centenario, si affrontano Uruguay e Argentina per la vittoria della prima Coppa Rimet. Agi ordini del belga Langelus scendono in campo i seguenti undici:
URUGUAY: Ballesteros, Nasazzi, Mascheroni, Andrade, Fernandez, Gestido, Dorado, Scarone, Castro, Cea, Iriarte.
ARGENTINA: Bottaso, Della Torre, Paternoster, Suarez, Monti, J. Evaristo, M.Evaristo, Ferreira, Stabile, Varallo, Peucelle.

https://www.youtube.com/watch?v=3gELBavbzWQ

Il match: 4 a 2 per la Celeste

Al 12′ i padroni di casa passano in vantaggio con Dorado. Il pareggio dell’Argentina è opera di Peucelle al 20′. Quando al 32′ Stabile – capocannoniere del torneo – porta in avanti l’Albiceleste, sugli spalti si teme la beffa.
Nella ripresa, però, l’Uruguay cambia marcia e ottiene il pari con Cea. Poi dilaga con Iriarte e Castro, di testa. Al triplice fischio a Montevideo esplode la festa.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
30 luglio 1930 Argentina Coppa Rimet Mondiale 1930 Uruguay

ultimo aggiornamento: 30-07-2020


Calciatore del Siviglia positivo al coronavirus. Gli spagnoli affronteranno la Roma in EL

Serie A, la Juve perde a Cagliari. Vittorie per Roma, Milan e Lazio