Ue, sì all’abolizione del passaggio dall’ora legale all’ora solare. Tutto quello che dovete sapere

L’unione europea ha approvato l’abolizione del passaggio dall’ora solare all’ora legale. Il provvedimento dovrebbe entrare in vigore nel 2021 e ogni Stato potrà scegliere il proprio fuso orario di riferimento.

Il Parlamento europeo ha confermato e ratificato la decisione di abolire il passaggio dall’ora solare all’ora legale. La proposta, da tempo presentata in Ue, ha trovatola definitiva approvazione ma entrerà in vigore con due anni di ritardo rispetto alla proposta iniziale. Smetteremo di spostare le lancette del nostro orologio solo a partire dal 2021.

Unione europea, abolizione il passaggio dall’ora solare all’ora legale

La proposta all’interno del Parlamento europeo è passata con 410 voti a favore, appena 192 contrari e soli 51 astenuti. Il cambiamento a suo modo epocale dovrebbe entrare in vigore nel 2021. Un ulteriore rinvio potrebbe essere legato al mancato accordo tra tutti gli stati membri dell’Unione europea.

Parlamento Europeo
fonte foto https://www.facebook.com/europeanparliament/

La votazione al Parlamento europeo, i prossimi passi

I deputati del parlamento europeo hanno quindi stabilito la fine del passaggio dall’ora solare all’ora legale. Ma gli ostacoli non sono finiti. L’Unione europea dovrà infatti trovare gli accordi con i singoli Stati membri.

Ora solare o ora legale, ogni Stato potrà scegliere il proprio fuso orario di riferimento

Ogni Stato avrà la possibilità di decidere quale fuso orario adottare. I paesi potranno decidere se adottare l’ora solare o quella legale. Nel primo caso potrebbero spostare per l’ultima volta gli orologi l’ultima domenica di ottobre (del 2021), per i paesi che adotteranno l’ora legale, invece, la fatidica ultima volta dovrebbe coincidere con l’ultima domenica di marzo del 2021.

ultimo aggiornamento: 26-03-2019

X