L'addio di Adrian Newey alla Red Bull: manca solo la firma alla Ferrari
Vai al contenuto

Direttore: Alessandro Plateroti

L’addio di Adrian Newey alla Red Bull: manca solo la firma alla Ferrari

Frederic_Vasseur

Adrian Newey lascia Red Bull per Ferrari: manca ancora la firma e non sarà prima del 2025, l’ingegnere sarà spostato in Hypercar.

La scena automobilistica si tinge di nuove, entusiasmanti prospettive con l’annuncio dell’addio di Adrian Newey alla Red Bull e il possibile approdo in Ferrari, rivelando potenziali svolte nel panorama della Formula 1. La notizia ha preso forma ufficiale in seguito a un incontro riservato a Londra tra Adrian Newey e Frédéric Vasseur, team principal della scuderia di Maranello, aggiungendo un capitolo intrigante alla storia del motorsport.

Bonus 2024: tutte le agevolazioni

Frederic_Vasseur
Frederic_Vasseur

Il contesto storico dell’addio di Newey e le prospettive per il futuro

In un’atmosfera che ricorda le alleanze strategiche di inizio secolo, Adrian Newey lascia la Red Bull dopo anni di successi che hanno segnato un’era. La Red Bull ha confermato che Newey si dedicherà al progetto della hypercar RB17, lasciando il campo libero a nuove avventure professionali a partire dal primo trimestre del 2025.

Il timing dell’annuncio non è casuale, coincidendo con il trentesimo anniversario della scomparsa di Ayrton Senna, un dettaglio che non fa che accrescere l’eco della notizia. Questa mossa potrebbe non solo trasformare la carriera di Newey ma anche riscrivere le strategie a lungo termine della Ferrari.

La strategia di Vasseur e l’impatto su Ferrari

Secondo quanto riportato da importanti testate giornalistiche, Vasseur ha optato per un viaggio in Gran Bretagna, saltando l’evento di Miami, per sigillare questo nuovo accordo. Con il divorzio ormai ufficializzato, è chiaro che il futuro potrebbe essere luminoso per la Ferrari con l’arrivo di Newey, un ingegnere che ha già dimostrato di poter rivoluzionare il panorama della Formula 1 con le sue intuizioni.

Maranello potrebbe così aprire le porte a una nuova era, con Newey al timone tecnico dal 2025, e il potenziale arrivo di figure carismatiche come Lewis Hamilton, già legato a Newey da precedenti collaborazioni vincenti. Questa possibile nuova “dream team” evoca il ricordo delle formazioni storiche che hanno visto protagonisti Schumacher, Ross Brown e Jean Todt negli anni novanta.

Il compito di Newey sarà di interpretare al meglio i nuovi regolamenti del 2026, fornendo alla Ferrari le chiavi per tornare al successo in un mondo post-Raikkonen, dove ogni dettaglio tecnico può inclinare la bilancia del campionato. Questa transizione segna un punto di svolta significativo per la scuderia, che potrebbe ritrovare la strada per il podio grazie a un mix esplosivo di esperienza e innovazione.

L’uscita di scena di Newey da Red Bull e il suo probabile passaggio in Ferrari non sono solo il finale di un capitolo ma l’inizio di una nuova, avvincente narrazione nel motorsport, promettendo rivoluzioni tattiche e tecniche che potrebbero definire la prossima generazione di corse automobilistiche.

Riproduzione riservata © 2024 - NM

ultimo aggiornamento: 1 Maggio 2024 17:01

Juventus: offerta per Kostic, sarà uno dei primi ceduti

nl pixel