Addizionali Irpef, aumento i tributi alle Regioni e ai Comuni. Nella dichiarazione del 2018 un rincaro di oltre il cinquanta per cento rispetto al 2008.

Irpef, stangata da oltre 200 euro sugli italiani. Come evidenziato da un’indagine condotta da Adnkronos, le dichiarazioni dei redditi del 2018 hanno fatto registrare un sensibile aumento delle cifre incassate da Regioni e Comuni rispetto a nove anni fa.

Il gettito per comuni e regioni è passato da 11,3 miliardi a 16,7 miliardi, con un aumento di circa 5,4 miliardi di euro. Quasi il 50% quindi.

Irpef, rincari per oltre il cinquanta per cento sulle addizionali

Le tabelle del Ministero dell’Economia evidenziano come nella dichiarazione dei redditi del 2018 (relativa quindi al 2017) l’addizionale regionale ammonta a 410 euro, 140 euro in più rispetto alla dichiarazione del 2008, relativa ovviamente al 2007.

Irpef
Fonte foto: https://www.facebook.com/STUDIO.ZANOBETTI.PRATO

Il contributo ai Comuni

Ma sorridono anche i Comuni. Se nove anni fa l’addizionale ammontava a 120 euro, nel 2018 la cifra è salita 190 euro, un aumento meno evidente rispetto a quello relativo alle regioni ma che comunque porta a un aumento complessivo di 210 euro di media a testa. Un aumento di oltre il cinquanta per cento.

Rincari gravosi per il Lazio

Stando a quanto emerge dai dati, il rincaro sarebbe dovuto soprattutto alle maggiori percentuali incassate dagli enti locali, che hanno penalizzato soprattutto gli abitanti del Lazio, che hanno visto le imposte regionali aumentare di 250 euro circa, cui si sommano i 110 euro in più delle imposte comunali. Sul secondo gradino del triste podio troviamo invece il Piemonte con una spesa media di circa settecento euro.


Flop Quota 100 e Reddito di cittadinanza: il governo ha un tesoretto ma litiga per come usarlo

Allarme disoccupazione in Italia: gli obiettivi 2020 dell’UE sono lontani