Il ministro Giulia Grillo vittima di una tentata aggressione a Napoli

Il ministro Giulia Grillo vittima di una tentata aggressione a Napoli, immediato l’intervento degli uomini della scorta.

Attimi di paura per il ministro della Salute Giulia Grillo, vittima di un tentativo di aggressione al suo arrivo all’ospedale del Mare. L’uomo si è scagliato contro il ministro ma è stato prontamente bloccato dagli uomini della scorta che sono riusciti a evitare il peggio.

Il ministro Giulia Grillo vittima di una tentata aggressione

Fermato dalle Forze dell’Ordine, l’uomo ha dichiarato di voler denunciare un episodio avvenuto all’ospedale Policlinico di Napoli dove, in occasione di una visita da parte del presidente della Regione Campania, sono state sospese tutte le attività mediche causando così un grave disagio ai pazienti.

Dopo essere stato bloccato dagli uomini della scorta di Giulia Grillo, l’uomo è stato trattenuto in una stanza dell’ospedale e dove ha continuato a richiedere un incontro con il ministro. L’individuo ha anche minacciato di togliersi la vita gettandosi dalla finestra.

Giulia Grillo
Fonte foto: https://www.facebook.com/Flash-Press-Agency-1411245012288650/

Giulia Grillo: “Sto bene, si trattava di un cittadino che voleva consegnare una denuncia”

Voglio rassicurare tutti: sto bene e non mi è successo niente. Si trattava soltanto di un cittadino che voleva consegnare una denuncia per un episodio che gli era capitato con la sanità pubblica“, ha fatto sapere Giulia Grillo al termine della sua visita all’ospedale del Mare.

Secondo il cronoprogramma illustrato dal presidente, il Pronto Soccorso si dovrebbe aprire a settembre. In realtà il tavolo ministeriale non ha informazioni precise ma saremo molto attenti – ha proseguito la Grillo parlando della sua visita all’ospedale. So che c’è un problema di reclutamento del personale su cui vorrei fare chiarezza. È un’urgenza in questo territorio. Al Cardarelli c’è un afflusso enorme anche se il 60% sono codici verdi, ma il pronto soccorso dell’Ospedale del Mare va attivato, tanti ospedali sono stati chiusi e depotenziati per questo. Per rassicurare campani posso dire che questa cosa di chiudere prima e poi campa cavallo succede anche in altre regioni“.

Ricevi le ultime notizie in Real Time, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 11-07-2018

Nicolò Olia

X