E’ morto la notte scorsa, il sindaco di Omegna, Alberto Soressi. La causa sembrerebbe una malattia contro cui l’uomo stava lottando da tempo.

Soressi si sarebbe aggravato all’improvviso. L’uomo (65), era stato eletto sindaco lo scorso 26 giugno, a seguito della sua candidatura nella coalizione del Centrosinistra. Soressi dice addio ad una moglie e due figli. La cerimonia funebre, si svolgerà giovedì 28 luglio alle 14,30 presso il palazzo municipale.

il commento del Partito democratico del Vco, a seguito dell’apprendimento circa la morte di Soressi: “Tutte e tutti noi democratici lo abbiamo conosciuto come una persona capace, competente, apprezzata e stimata da tutti i cittadini di Omegna e del Vco”.

lutto
lutto

Bonus 2022: tutte le agevolazioni, chi può richiederle e come si possono ottenere

Parole di cordoglio

La nota poi continua: “Un uomo buono, gentile, una persona che sapeva creare ponti e che si è fatta volere bene da tutti coloro che l’hanno conosciuto. Un abbraccio alla sua famiglia e alla comunità del Pd di Omegna: vi siamo vicini in questo momento di grande dolore”.

Al commento del Partito, fa eco anche la Lega, ad opera del commissario del Vco Alberto Preioni e del commissario del Cusio, Paolo Marchesa Grandi: “Oggi salutiamo un avversario leale e un uomo coraggioso, che con generosità si è messo a disposizione della propria comunità nonostante la malattia contro la quale non ha mai smesso di combattere. Pur su posizioni politiche differenti, non dimenticheremo il suo esempio e il suo impegno politico”.

L’onorevole di Forza Italia, Mirella Cristina e il capogruppo in Consiglio comunale Giulio Lapidari “ricordano un uomo di grande coraggio, con una passione politica sempre condotta lealmente nei confronti degli avversari. Pur nella diversità di posizioni politiche, Soressi era un amico, un uomo buono e stimato, un avversario leale”.

Riproduzione riservata © 2022 - NM

giallo

ultimo aggiornamento: 26-07-2022


Bonus psicologo: boom di domande

Matteo, sordo ma si laurea in legge