È morto a novantasei anni Aldo Grimaldi, armatore di spicco della marina civile italiana. Aveva rivoluzionato il mondo della navigazione trasformando i traghetti in navi da crociera.

È morto all’età di novantasei anni Aldo Grimaldi, uno dei personaggi di spicco nella flotta civile italiana. L’imprenditore e armatore campano è morto nella sua casa a Genova. Le figlie Giovanna, Alessandra e Isabella prenderanno in mano le redini della società di famiglia.

La biografia, il nipote di Achille Lauro

Nato in Campania nel 1922, nipote di Achille Lauro, aveva costruito un vero e proprio impero dopo la sua idea di trasformare i traghetti in navi da crociera a basso costo.

La sua carriera sulle navi era iniziata a quattordici anni, quando si imbarcò come mozzo su una delle navi dello zio, quell’Achille Lauro che per decenni avrebbe dominato la scena per quanto riguarda il trasporto marittimo.

Negli anni della Seconda Guerra Mondiale fu ufficiale nella Marina italiana e riuscì a sopravvivere a ben due affondamenti.

Grimaldi
Fonte foto: https://www.facebook.com/grimaldi.lines/

La nascita della compagnia Grimaldi e la svolta innovativa: trasformare i traghetti in navi da crociera

Al termine del conflitto avrebbe fondato la Grimaldi che oggi conosciamo, un progetto nato grazie anche allo sforzo e alla partecipazione dei fratelli di Aldo, Luigi, Mario e Guido. La società sorse a Genova, diventata città di adozione di Aldo Grimaldi dopo il matrimonio con Eugenia Massa.

La svolta per la Grimaldi arrivò nel 1922, quando Aldo ebbe l’idea di trasformare i traghetti in navi da crociera.

Perchè vaccinarsi contro l'influenza? Pro o contro

TAG:
cronaca evidenza grimaldi grimaldi lines

ultimo aggiornamento: 09-12-2018


Nave della Grimaldi in avaria con quasi 400 passeggeri a bordo

Blitz dei Carabinieri nel Salernitano, chiusi due locali irregolari